No Review – “Musings from the Rearview”, il convincente debutto dei Marlon

Suona come il folk più notturno ed evocativo made in USA pur provenendo da Milano, la proposta dei Marlon, e fin da queste prime righe di recensione non facciamo alcun mistero di apprezzare davvero molto la qualità di questo disco. Questi “pensieri dal retrovisore” altro non sono che la raccolta di dodici “cartoline audiovisive” pubblicate […]

No Review – Il bello delle cose a metà di Iopellegrino

“Mi piaceva l’idea di liberare canzoni rimaste troppo a lungo chiuse in un cassetto, condividerle per dare loro un senso”. Queste le parole di Simone Pellegrino che ci spiega la ragione della pubblicazione dell’EP “Le cose a metà”, sorta di scrigno temporale contenente cinque brani risalenti a qualche anno fa, quando il musicista della provincia […]

No Review – “Don’t feel to work”, l’oscuro debutto di Evan Jewett

Strano personaggio Evan Jewett, talento ribelle dedito ad un cantautorato folk/rock/psichedelico ed alla produzione e restauro di mobili. Nato in California, Jewett ci dice poco della sua vita, se non il fatto che si dimostrò talmente poco propenso allo studio al punto da convincere la madre a lasciargli abbandonare la scuola all’età di 17 anni […]

No Review – William Fitzsimmons, call of the “Mission Bell”

Suona chiaramente come un album ispirato da un momento di crisi, “Mission Bell”, ultimo lavoro di William Fitzsimmons, ispirato cantautore dell’Illinois che si muove a suo agio e con una propria marcata personalità lungo territori fra folk ed elettronica, già attraversati da gente come Iron & Wine, Sufjan Stevens e Wilco. Concepito nel 2017 in […]

No Review – “True Meanings”, Paul Weller e ciò che conta nella vita

Sembra quasi un ritorno alle atmosfere del capolavoro “Wild Wood”, quello preannunciato dalle prime note di “True Meanings”, quattordicesimo album solista di Paul Weller. Imperniato su sonorità essenzialmente acustiche, questo lavoro colpisce per un mood nettamente in contrasto rispetto allo stile variegato delle ultime opere: il rock cede il passo ad un sound acustico/orchestrale gentile […]

No Review – Paninaro 2.0: la sociologia attraverso Il Pagante

Il loro nuovo album, “Paninaro 2.0” è la diretta evoluzione di “Entro in pass”, album precedente che raccoglie i singoli dal 2010 al 2016. Sono tre, sono milanesi, il loro progetto è nato per gioco nel 2010 ma ci hanno preso gusto. Sono Federica Napoli, Roberta Branchini e Eddy Veerus, Il Pagante. Il titolo dell’album […]

No Review – “Post-Truth”, il nuovo EP dei Kick

Giungono da Brescia proponendoci un dream pop sofisticato ed interessante i Nick, duo formato da Chiara Amalia Bernardini e Nicola Mora. Ispirati tanto da sonorità made in USA (Chromatics, How to Destroy Angels), quanto dagli act elettronici pubblicati dalla mitica 4AD, questi due ragazzi propongono in questa terza release quattro canzoni incantevoli, basate su atmosfere […]

No Review – Stranger Fruit di Zeal & Ardor è il futuro della musica estrema

Ci sono recensioni in cui trovare le parole per portare avanti un discorso non è semplice. A volte questo accade per una totale mancanza di stimoli e contenuti, altre per il motivo opposto, per un’esplosione di storie, impressioni, dettagli che si avvicendano all’interno di un album. Ecco, Stranger Fruit appartiene alla seconda tipologia, invero più […]

No Review – “Palindromi” di Francesco Camin: la vera essenza di ciò che ci circonda

Sono innamorato degli alberi, li ho studiati durante il mio percorso accademico in campo scientifico e di recente ho voluto sviluppare un’idea che li metta in luce da un nuovo punto di vista, che li veda molto più vicino a noi di quanto siamo abituati a pensare, molto più “insegnanti” di quanto siamo abituati a […]

No Review – “Adult Contemporary”, la consacrazione dei Milo Greene

Si intitola “Adult Contemporary” il terzo album dei californiani Milo Greene, giunto a tre anni dal predecessore “Control”. La band, formata da Robbie Arnett, Graham Fink e Marlana Sheetz, torna sulle scene proponendoci un raffinato pop elettronico che riattualizza in chiave contemporanea la lezione del pop rock/AOR americano ed inglese più sofisticato degli anni ’80. […]

Close