GOA BOA 2018: a luglio prende il via la nuova edizione del Festival

Circondata dal mare, in centro città, l’Arena del Mare del Porto Antico è l’impareggiabile scenario in cui prenderà vita la 21esima edizione del Goa~Boa di Genova. Un festival che caparbiamente, anno dopo anno, mantiene la propria rotta garantendo una programmazione libera da ogni restrizione di genere. A confermarlo è la traiettoria disegnata tra il 13 e il 25 luglio, forte di una line-up italianissima in cui acclamati nomi della scena nostrana (Negrita, Caparezza) si alternano a nuove leve rock autoriali (Motta, Ministri), a protagonisti della trap (Tedua) – genere in cui GB ha creduto per primo in Italia, dimostrando ancora una volta grande attenzione ai nuovi linguaggi – e, più in generale, alle nuove tendenze pop (Coez, Frah Quintale).

Tra presente e futuro, Goa-Boa insiste nel guardare l’orizzonte in quel modo originale che l’ha reso un punto di riferimento nel calendario nazionale ed europeo dei festival di settore. Ed è così che a Genova, dal 1998, all’interno di uno dei luoghi più affascinanti del Vecchio Continente, Goa~Boa continua a ospitare sullo stesso palco il sangue nuovo della musica italiana accanto a formazioni che ne hanno fatto la storia, preservando la capacità di intercettare anche quei giovani talenti a km zero che, auspicabilmente, scriveranno il domani.

Ecco i primi nomi confermati della 21esima edizione, al via il 13 luglio a Genova @ Porto Antico:GOA~BOA 2018
Mercoledì 25 luglio: COEZ + COMA_COSE+ tba

Domenica 22 luglio: TEDUA + FRAH QUINTALE + tba
Sabato 21 luglio: CAPAREZZA + MUDIMBI +tba
Venerdì 20 luglio: MOTTA + MINISTRI + tba
Venerdì 13 luglio: NEGRITA + KIOL + tba

INFORMAZIONI E PREVENDITE:  www.goaboa.it 

GOA-BOA è realizzato da Associazione Psyco
in collaborazione con Porto Antico di Genova, Regione Liguria, Comune di Genova.

Autore dell'articolo: Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone
Edward Agrippino Margarone nasce a Caltagirone il 13 Giugno 1990. Cresce a Mineo dove due grandi passioni, Sport e Musica, cominciano a stregarlo. Il suo nome è sinonimo di concerto tanto che se andate ad un live, probabilmente, è lì da qualche parte. Suona il basso ed è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni.