No Art – COEZ: l’Art Review di “Faccio un casino”

Coez – Faccio un casino

“Piccolo disturbo bipolare”. Con queste parole si apre il nuovo album di Coez.

Un cervello con i due emisferi in contrasto: in uno prevale un animo duro, aspro, segnato dai vizi, dagli eccessi e dagli sbagli che portano inevitabilmente ad un crollo. Nell’altro regna un animo romantico, dove i pensieri sono rivolti all’amore, alla serenità e alla figura che da sempre ci guida, ci ama e ci rimette in piedi quando cadiamo: la mamma.

Diciamolo, ognuno di noi soffre di un piccolo disturbo bipolare. Siamo umani, sbagliamo, ci provochiamo delle ferite che sì, si rimarginano ma di cui rimarranno per sempre le cicatrici. Basta solo trovare il modo di non vergognarsene, anzi di mostrarle con fierezza e magari trovare un punto neutro, un punto di equilibrio nella nostra mente e nella nostra vita!

Art Review ad opera di Valentina Wrzy

Autore dell'articolo: Redazione Nonsense

Redazione Nonsense

nonsensemag.it è una webzine che parla di musica, arte, cinema, libri, viaggi e tutto quello che ci passa per la testa…