No Interview – I Fast Animals and Slow Kids e quella sana voglia di fare musica

La parola che meglio caratterizza i Fast Animals and Slow Kids è energia. Sono animali da palcoscenico, macinano chilometri e chilometri da anni oramai, live su live e numerosi sold out. Forse non è la felicità è il loro ultimo disco, apprezzatissimo sia dai fan che dagli addetti ai lavori. Troveremo anche loro, il 3 agosto,  sul palco del Filagosto Festival. Nel frattempo li abbiamo intervistati.

 

Il vostro ultimo lavoro, “Forse non è la felicità”, è uscito già da diversi mesi. Soddisfatti dei risultati che vi sta dando?

Siamo molto soddisfatti! Al di là delle vendite, degli ascolti su Spotify o delle visualizzazioni su Youtube, la cosa di cui più siamo contenti è che dal vivo non c’è differenza tra pezzi nuovi e pezzi vecchi : la gente sembra viverli allo stesso modo, con lo stesso trasporto. Questo dal nostro punto di vista è il risultato più importante.

 

Un disco apparentemente molto istintivo e diretto, ma ho l’idea che, in realtà, si nasconda molta più razionalità dietro. Sbaglio?

Hai proprio ragione! FNÈLF è sicuramente l’album sul quale abbiamo ragionato di più, specialmente in fase di registrazione. Le canzoni sono state scritte in maniera decisamente spontanea, ma nel momento in cui siamo entrati in studio ci siamo concentrati molto su arrangiamenti e strutture dei pezzi, oltre che sulla ricerca del suono adatto per ciascun pezzo. 

 

Suonate insieme da parecchi anni. Che sinergia c’è tra di voi?

Sinceramente non saprei bene come risponderti. Siamo innanzitutto quattro persone che stanno bene insieme, siamo accomunati da un senso dell’umorismo particolare che raramente riusciamo ad esportare fuori dalle “mura Fask” e cosa ancor più importante, se è vero che discutiamo spesso (e a lungo!) su particolari che magari da un punto di vista esterno possono risultare quasi insignificanti, siamo sempre d’accordo su ciò che riguarda la visione d’insieme complessiva della band. 

 

 

Date su date. Come passate le ore di viaggio sul furgone?

Ognuno di noi le passa in maniera diversa : Aimone dorme praticamente tutto il tempo del viaggio, si “autotrasporta” come dice lui. Jacopo guida, è proprio più forte di lui, le poche volte che è obbligato a riposarsi un po’ e a cedere il volante lo vediamo sofferente e incapace di rilassarsi. Io (Alessandro) ascolto molta musica e leggo altrettanto, mentre Alessio va un po’ a momenti : fino a qualche mese fa non faceva altro che “deliziarci” con dj set trash mentre ultimamente forse lo vedo un po’ più smorto e sulle sue. 

 

Rimanendo in tema di live, il 3 agosto suonerete anche al Filagosto Festival. Cosa devono aspettarsi i vostri fan da questo concerto?

Filagosto è praticamente la nostra seconda casa. Non c’è stato un tour estivo dei Fask che non abbia fatto tappa in questo magnifico festival e ogni anno è forse la data che aspettiamo di più. Considera che le date degli anni precedenti ce le ricordiamo tuttora benissimo nei minimi particolari, da quella nel 2011 insieme ai Tre Allegri Ragazzi Morti fino all’ultima bellissima del 2015, passando per la prima volta che ci siamo ritrovati headliner in un palco del genere per il tour estivo di Hybris. Il Filagosto Festival è insomma per noi un pezzo di cuore. 

 

Nelle brevi pause che vi concedete tra dischi e tour vari riuscite a posare tutti gli strumenti o la tentazione di suonare e magari comporre qualcosa di nuovo è sempre in agguato? 

Decisamente la seconda ipotesi! Non riusciamo proprio a non pensare a canzoni nuove, dobbiamo sempre avere qualche riff o qualche frase sulla quale ragionare e fantasticare. Dal nostro punto di vista è ciò che forse rende vivo questo mestiere.  

 

 

Intervista a cura di Cinzia Canali

 

 

Autore dell'articolo: Cinzia Canali

Cinzia Canali
Cinzia Canali nasce a Forlì nel 1984. Dopo gli studi, si appresta a svolgere qualunque tipo di lavoro, ama scrivere e ha la casa invasa dai libri. La musica è la sua passione più grande. Gira da sempre l'Italia per seguire più live possibili, la definisce la miglior cura contro qualsiasi problema.