No Interview: nasce Volume! una nuova etichetta discografica

Cosa succede quando un ufficio stampa e un’agenzia di distribuzione digitale uniscono le proprie forze? Nasce Volume! una nuova etichetta discografica strutturata come una società di servizi che si propone di seguire gli artisti a 360°. Ne abbiamo parlato con Alex Lauria, che si occupa di seguire gli artisti appena entrano in etichetta e li accompagna fino alla fine del percorso.

 

Da dove nasce l’idea di unire le forze de L’altoparlante (ufficio stampa) e Believe Audio Distribution (stampa disco e distribuzione digitale) per creare un’etichetta discografica? 

I clienti che si rivolgono a L’AltopArlAnte per la promozione chiedono spesso altri due servizi: booking ed etichetta. Gli artisti che affrontano l’uscita di un disco o un singolo sentono la mancanza della figura di una label che li rappresenti e supporti nel loro cammino, ruolo che spesso viene ricoperto dallo staff dell’ufficio stampa. Da qui la decisione di integrare i servizi de L’AltopArlAnte offrendo ai clienti anche quelli di etichetta discografica.

 

Il mercato discografico vede nascere nuove etichette quasi a frequenza mensile; in che cosa Volume! è diversa dalle altre? Perché avevamo bisogno di una nuova etichetta?

Molto semplice, noi consideriamo il lavoro dell’etichetta un servizio e lo offriamo ai nostri clienti, ma non acquisiamo mai diritti di sfruttamento sull’opera dell’artista che firma con noi. Il master rimane al cliente, così come tutto quello che guadagnerà dai live o dalla vendita del disco. Guadagniamo soltanto dal nostro lavoro, non di rendita su quello di altri.

Una casa discografica che si rispetti, quando mette sotto contratto un artista, dovrebbe garantire tutta una serie di servizi che spesso rimangono vaghe promesse. Una band firma con l’etichetta, cede diritti di sfruttamento di immagine e percentuali sulle vendite del disco, se non troppo spesso i diritti di proprietà del master, e poi si ritrova abbandonata a se stessa se le cose non vanno come i discografici pensavano. Ho molti amici musicisti e tanti hanno fatto fatica a liberarsi da obblighi con un’etichetta che nulla ha fatto se non campare sul loro lavoro, finendo per ritrovarsi nelle stesse condizioni di un’autoproduzione.

Le etichette ormai da tempo non hanno più il ruolo di talent scout, non investono su artisti scommettendo sulla qualità e spendendo tempo ed energia per portarli al successo (se così vogliamo chiamarlo), per poi guadagnare la loro fetta di torta meritata.

Ormai grandi e piccole label prendono solo artisti che hanno già un seguito, una fan base che gli può garantire un investimento calcolato e sicuro.

Noi proponiamo una soluzione per chi non ha già i numeri giusti per essere preso da una label affermata o non ha le capacità per creare autonomamente una struttura che supporti il proprio lavoro.

Ormai nel mercato discografico attuale i musicisti devono completamente autoprodursi, organizzarsi con un budget e decidere come e quanto spendere per il loro progetto.

O sai fare da solo, insomma, o ti devi rivolgere a dei professionisti, e secondo noi il lavoro di un’etichetta non può più essere escluso da questa logica.

 

Il lavoro che svolgete per e con gli artisti è sfaccettato: stampa e distribuzione del disco, potenziamento promozione radio, organizzazione di showcase, presentazioni e concerti, ne curate l’immagine sui social… Da chi è composto il team di Volume!?

Io, Alex Lauria, mi occupo dei primi contatti con gli artisti e li seguo personalmente durante tutto il loro percorso con Volume! e durante la promozione. Mi occupo di mettere in contatto e coordinare i rapporti tra l’artista e i collaboratori esterni che si occupano di tutti gli aspetti fondamentali, come lo studio grafico che si occupa di stampare il disco o i ragazzi di Believe, dalla cui piattaforma mi preoccupo di realizzare il caricamento digitale delle tracce per la release sui digital stores. Insomma sono il loro punto di riferimento costante.

Essendo nata dal suo ufficio stampa Fabio Gallo e lo staff de L’AltopArlAnte completano il team di Volume! e svolgono tutta la parte di lavoro più importante, ovvero quella di promozione del progetto in radio, web, tv e stampa.

 

Sulla vostra pagina facebook sono elencati diversi tipi di “pacchetti” comprendenti vari servizi che offrite agli artisti, potete descriverceli?

Il primo è quello base, che offre la stampa fisica del disco in 500 copie, comprensivi di pratiche e bollini SIAE, e la distribuzione sui più importanti digital stores. Viene fatto anche un minimo lancio con l’ufficio stampa su radio, riviste, webzine e tv.

Nel secondo si amplia il lavoro dell’ufficio stampa e la diffusione sulle radio, sono 300 in rotazione con almeno 10 recensioni garantite, e si aggiungono 3 showcase di presentazione a livello nazionale e locale.

L’offerta più ampia prevista vede un servizio di ufficio stampa completo, con la promozione di 2 singoli, in rotazione su 600 radio, un totale di 100 fra recensioni, comunicati e interviste pubblicate e la promozione di un video che andrà in rotazione in almeno 150 tv. Inoltre sono previste 10 date showcase di presentazione promosse a livello locale e nazionale.

Su richiesta dell’artista siamo pronti a presentarlo e a promuoverlo presso i più importanti concorsi e talent nazionali, sia quelli di matrice cantautorale (Premio Tenco, Bindi, Lunezia) che più popolari come X-Factor o SanRemo.

 

Gli artisti interessati a lavorare con voi, come possono contattarvi? 

Possono scriverci sulla pagina ufficiale Facebook di Volume! oppure mandare una mail con richiesta di informazioni, materiale e bio a info@volumedm.it.

Non mi dispiace avere un primo approccio informale con gli artisti, ascolto il materiale proposto e se richiesto offro volentieri il mio punto di vista sul progetto. Sappiamo che l’artista che ci sceglie ci sta affidando qualcosa per lui molto importante e non vogliamo assolutamente deludere i sogni di nessuno. Per questo facciamo selezione dei progetti che ci interessano di più per avere la certezza di fare un ottimo lavoro come etichetta e ufficio stampa.

 

C’è uno (o più artisti) con cui vi piacerebbe lavorare?

In questo momento Marte Marasco, la giovane cantautrice vincitrice della prima edizione del MEMO LIVE. L’AltopArlAnte la sta seguendo e come Volume! siamo curiosi di ascoltare l’album che sta preparando.

 

Con quali artisti state lavorando in questo momento?

In questo momento abbiamo messo il nostro “marchio” sul disco omonimo de Il Grido, una band di Roma che fa rock in italiano, ruvido e diretto, vicino allo stoner ma con un gusto spiccato per la melodia e ZuiN, un cantautore della Brianza che unisce il cantautorato italiano più classico, una voce tagliente e il gusto per una produzione moderna con influenze dall’elettronica. Siamo molto contenti del loro percorso e ci auguriamo di riuscire a mantenere un livello di produzioni sempre così alto.

 

Domanda nonsense: come organizzereste la promozione di un tour nello spazio?

L’unico artista che avrebbe potuto fare un tour nello spazio era David Bowie, senza di lui non avrebbe senso farlo.

 

 

Autore dell'articolo: Giorgia Molinari

Giorgia Molinari
Nasce nello stesso paese di Martufello, dove cresce mangiando crostatine alle visciole. Scegliendo di seguire i sogni, si iscrive ad Archeologia innamorandosi della preistoria anatolica. La vita da pendolare non fa per lei: impacchetta la sua roba e approda a Rebibbia insieme al pappagallo Rio; a casa giù torna spesso, ché 90km son troppo pochi per fuggire davvero. Vorrebbe essere una bolla di sapone, crede di essere una volpe selvatica, in realtà cerca di fare tutto incastrando vita e accolli.