No Press – #MEMOLIVE: il nuovo contest musicale gratuito a Milano

 

Partirà il 17 gennaio il nuovo concorso musicale milanese #MEMOLIVE, contest gratuito dedicato ad artisti emergenti, in collaborazione con Memo Club, Mescal, L’Altoparlante, All Music Italia, MEI. 
Martedì siamo stati alla conferenza stampa di presentazione. vi raccontiamo come è andata. 

memolive

 

di Eleonora Montesanti

Quante volte abbiamo sentito parlare di contest musicali per artisti emergenti? Molte.
Quante volte in questi ultimi non abbiamo riscontrato risultati concreti, ma solo confusione e quote di iscrizione alte? Troppe.
Io stessa comprendo e condivido la diffidenza diffusa nei confronti di questo tipo di realtà, ma partecipare alla conferenza stampa di presentazione di #MEMOLIVE mi è piaciuto molto.
Da subito nelle parole di Antonio Vandoni (storico direttore artistico di Radio Italia, qui nelle vesti di direttore artistico del Memo Club) ho notato una grandissima volontà di chiarezza e trasparenza: #MEMOLIVE vuole essere un’occasione reale, palpabile, per riscoprire il ruolo del talent scout e per costruire un percorso ad hoc con l’artista che vincerà il concorso (e non solo con lui).

Iniziamo dalla cosa più importante: il concorso è gratuito. Possono partecipare musicisti con un’età compresa tra i 18 e i 36 anni (non vincolati da un contratto discografico o manageriale), presentando un brano inedito e una cover.
Il concorso, che si terrà al Memo Club di Milano al martedì sera da gennaio a maggio, è suddiviso in quattro blocchi (+ una serata finale) che a loro volta contengono quattro serate. Ogni sera si esibiscono sette artisti, selezionati dalla direzione artistica, composta da: Memo Club, Mescal, L’Altoparlante, MEI. Le iscrizioni, dunque, sono aperte almeno fino ad aprile.

Da ogni blocco emergeranno due vincitori, i quali parteciperanno a una compilation che verrà prodotta da Mescal come un’uscita discografica vera e propria.
Per il vincitore assoluto, invece, ci sarà la possibilità di esibirsi su un grande palco come quello del Memo Club in un concerto vero e proprio (con cachet) e sul palco del MEI. Inoltre potrà avere l’occasione di costruire un percorso promozionale (ma anche discografico) con Mescal, la quale si riserva di non offrire un contratto già confezionato, ma di sedersi a tavolino con l’artista e valutare qual è la strada migliore per crescere insieme.

Insomma, questo concorso somiglia molto a un investimento voluto da un gruppo di realtà che, spinte da una naturale sinergia, sembra sinceramente interessato a vivere la cosa con curiosità, serietà e passione.

I primi sette selezionati, ossia coloro che si esibiranno martedì 17 gennaio, sono:
The Brankrobber 
Federica Carminati
Daniela Ciampitti 
Antonio Ferrari 
State Liquor Store 
Mirko Bruno 
Stefano Gelmini 

I loro inediti sono già a disposizione sulla pagina fb Memo Live, dove con un like si può votare quello che piace maggiormente.

A tal proposito, faccio un accenno alle modalità di votazione: il 25% del potere decisionale spetta alle votazione online, il 25% al pubblico in sala e il 50% alla direzione artistica (composta dalle stesse realtà di cui ho accennato sopra).

Ancora un paio di informazioni… 

Cliccando QUI è possibile iscriversi al contest.
Cliccando QUI è possibile leggere e scaricare il regolamento.

Per il momento è tutto. Noi di Nonsense Mag ci saremo e vi terremo aggiornati sugli sviluppi più importanti del contest. 

 

Autore dell'articolo: Eleonora Montesanti

Eleonora Montesanti
Nasce nel 1988 e rinasce il giorno in cui si imbatte, per caso, in un concerto degli Afterhours. Ci mette poco a capire che la musica è la sua vita: dopo la laurea in lingue e letterature straniere, Eleonora inizia a scrivere di musica per gioco e, da allora, sono passati 5 anni. L'altra sua passione, infinita e vitale, sono i cani.