No New – Tersø tra elettronica e cantautorato

Tersø nasce a Bologna nel febbraio 2016 con Luca Ferriani, Alessandro Renzetti, Alessio Festuccia e Marta Moretti. La loro musica miscela sonorità elettroniche a testi in italiano e sample vocali. Il 24 Marzo è uscito il loro primo EP “L’altra parte” anticipato dal singolo “Non mi sento”. Questo primo lavoro racconta una storia fatta di immagini e sensazioni.

 

Ciao! Genesi del band e del suo nome?

Ciao! La band è nata da un’amicizia, ci conosciamo tutti già da diverso tempo. Ognuno di noi arriva da esperienze precedenti e sicuramente il fatto di avere interessi e gusti musicali comuni ha giocato un ruolo fondamentale alla nascita di Terso. Abbiamo scelto Tersø come nome del progetto perché ci affascina la sua definizione, nitido e sereno, è una parola che fin da subito ci ha dato un bel senso di spazialità.

 

Cantautorato ed elettronica, come siete giunti a questo compromesso?

È stata una scelta che ha caratterizzato le nostre canzoni già dalla scrittura, come abbiamo detto prima, veniamo da esperienze e generi diversi, gli ascolti e i nostri cambiamenti ci hanno portati lì. È stato un processo naturale, la voglia di raccontare quello che siamo con un linguaggio che sentiamo vicino in questo momento delle nostre vite.

 

Una ragazza, una maschera, mare, confusione ma distacco. Questi gli elementi del video di “Non Mi Sento”, come è nata l’idea?

La nostra idea era quella di sottolineare il significato che ha per noi Non Mi Sento. Il sentirsi a disagio, non nel posto giusto, in mezzo a tappe più o meno obbligate da quello che ci sta attorno, il senso di solitudine in mezzo ad una festa.
Pietro Borzì, il regista del video, ha preso queste nostre suggestioni e unendole alle sue le ha trasformate poi in immagini.

 

L’EP uscito da poco si chiama “L’altra parte”, cosa ha di altro questa parte che raccontate?

L’altra parte è quello che succede dopo un cambiamento, la differenza tra quello che ti immagini e come sarà poi veramente. È l’inizio di un confine. Il momento in cui in realtà non sai cosa troverai, dall’altra parte.

 

Ci stiamo avvicinando all’estate che è tempo di festival. A quale e/o quali festival vorreste esibirvi?

Ci sono tantissime situazioni molto belle in cui ci piacerebbe suonare, per esempio ci viene in mente il Supernova a Genova e il Frogstock, oppure abbiamo letto di recente del nuovo festival La tempesta sul lago!

 

Potete già dirci dove potremmo sentirvi suonare?

Saremo il 10 giugno al Covo a Bologna, ma ci saranno altre date prestissimo!

 

Federica Monello

 

Autore dell'articolo: Federica Monello

Allegra. Chiacchierona. Amante della musica. Appassionata di scrittura e cultura. Ballerina mancata che si rifà ad ogni party scatenandosi al ritmo di rock, reggae ed elettronica. Laureata in Lettere Moderne a Catania adesso studia Comunicazione e Cultura dei Media a Torino. Osserva, ascolta e rielabora tutto ciò che succede intorno a lei per raccontarlo.