No Press – Gli Afterhours e la loro “Foto di pura gioia”: antologia di 30 anni di carriera

Una foto non ritrae solo un momento. Una foto ritrae emozioni, esperienze di vita, ricordi, persone. In una fotografia ci sono i libri letti, il percorso di un individuo o di un gruppo. “Foto di pura gioia” è l’album antologico degli Afterhours, che celebra 30 anni di carriera musicale della band.

In trent’anni possono cambiare tantissime cose. Si cresce, si cambia. Eppure, sono rimasti assieme nonostante tutto, continuano a far musica e ne hanno parlato il 13 novembre alla conferenza stampa di presentazione dell’opera.

“No. Non avrei mai pensato di ritrovarmi a questo punto. Sono partito fin da subito col puntiglio di vivere di musica, che non voleva dire necessariamente diventare un professionista. Voleva dire fare musica per vivere oltre che vivere per la musica.”

Al momento sono considerati, assieme ai Marlene Kuntz, i portabandiera dell’alternative rock italiano. Hanno registrato 11 album ed hanno recentemente pubblicato il rifacimento di “Bianca”, accompagnati dalla voce di Carmen Consoli. La canzone è una delle favorite dalle Iene (I fan della band) e uno dei pezzi più belli dell’album “Non è per sempre”, pubblicato nel 1999. La cantautrice ha un percorso diverso, ma parallelo a quello degli Afterhours. Il brano fonde due esperienze musicali che hanno in comune una certa visione della musica.

“Abbiamo scelto Bianca. E abbiamo fatto bene. Abbiamo chiamato Carmen perché cercavamo qualcuno che avesse fatto un percorso simile al nostro.”

Manuel Agnelli definisce “Foto di pura gioia” come un “mattone”. L’antologia contiene 4 dischi che contengono i brani dall’esordio alle ultime tracce, tra cui un album contenente demo e rarità. Inoltre, sfogliando il libro, che fa anche da cofanetto, troviamo tutta la storia degli Afterhours inclusi molti scatti fotografici, tra cui un Manuel Agnelli quasi senza veli.

“La rifaresti oggi?”
“Certo! Senza velo però”

Sarebbe più giusto definire metaforicamente questa antologia come ciò che racchiude le fondamenta del gruppo. In “Foto di pura gioia” c’è tutta l’essenza degli Afterhours. Come una foto, la raccolta contiene non solo i membri della band, ma tutto il loro percorso. Tutto quello che li ha portati ad essere ciò che sono oggi. Foto di pura gioia, come ci ha detto Manuel, è la scelta di vivere liberamente.

“Questa cosa, per me è importante perché stabilisce che sono esistito.”

Autore dell'articolo: Federica Fallacara