No Press – Radiohead finalmente in Italia per due concerti irripetibili

“DOVE E’ GIA’ STATO TUTTO INVENTATO SOLO I RADIOHEAD CON LA PROPRIA  PERFORMANCE OFFRONO UNA EMOZIONANTE E INDIMENTICABILE ESPERIENZA LIVE.
CON OGNI LORO PROGETTO HANNO RIDEFINITO LE REGOLE  E SPOSTATO OGNI CONFINE”.
L’attesa è finita. Finalmente i RADIOHEAD arrivano in Italia per due concerti irripetibili: il 14 GIUGNO a FIRENZE – Visarno Arena, Parco Delle Cascine e il 16 GIUGNO ALL’I-DAYS MILANO 2017 – Parco di Monza, Autodromo Nazionale. 
In 9 album di studio i Radiohead hanno spostato i confini del rock, fondendo la musica alternative all’elettronica, l’art rock all’hip hop, il pop alla psichedelia, diventando una delle band più influenti – per critici, musicisti e pubblico – degli ultimi decenni.
Allergici alle regole del mercato e del marketing musicale, la band ha fatto spesso scelte innovative ridefinendo i generi e imponendo brusche variazioni ad un sound già carico di dettagli sperimentali: questo non gli ha impedito però di vendere milioni di dischi, e collezionare premi e riconoscimenti.
Dove è già stato tutto inventato solo Thom Yorke e soci, con la propria performance, offrono una emozionante e indimenticabile esperienza live.
L’8 maggio 2016, anticipato dai singoli Burn the Witch” and “Daydreaming” con un video diretto dal regista Paul Thomas Anderson, hanno pubblicato l’album “A Moon Shaped Pool” – XL Recordings.
Biglietti in vendita da Venerdì 4 Novembre 2016.
Biglietti disponibili su Ticketone.it a partire dalle ore 10:00 di Venerdì 4 Novembre 2016 e dalle ore 10.00 di sabato 5 Novembre 2016 in tutti i punti vendita autorizzati.

Prezzo: Posto Unico a 60,00 Euro + diritti di prevendita.

 

Autore dell'articolo: Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone nasce a Caltagirone il 13 Giugno 1990. Cresce a Mineo dove due grandi passioni, Sport e Musica, cominciano a stregarlo. Il suo nome è sinonimo di concerto tanto che se andate ad un live, probabilmente, è lì da qualche parte. Suona il basso ed è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni.