No Press – Romaeuropa Festival: ecco il programma completo

Continua l’intenso autunno di Romaeuropa Festival, giunto quest’anno alla sua 32esima edizione.

Dopo le strabilianti performance di protagonisti del calibro di Jan Fabre, Tony Allen e Jeff Mills, Dada Masilo e tanti altri, proseguono gli appuntamenti nella Capitale con la grande Arte internazionale.

 

Un appuntamento musicale imperdibile inaugura la nuova settimana REf. S’inserisce infatti nell’ambito della club culture e delle nuove sonorità A symphony of Techno, l’incontro in prima nazionale tra il guru della musica techno Carl Craig e il talentuoso pianista lussemburghese Francesco Tristano il 10 ottobre sul palco dell’Auditorium Parco della Musica per creare un’alchimia unica tra elettronica e linguaggio sinfonico con l’aiuto dalla Les Siècles Orchestra. Dopo anni di sperimentazioni, questa collaborazione riprende vita con tastiere e sintetizzatori in un nuovo imprevedibile processo di transcodifica.

 

Si torna poi al grande teatro: dal 12 al 22 ottobre a La Pelanda andrà in scena Pacific Palisades, testo di Dario Voltolini. Alla sua brillante scrittura si unirà la regia e la potente oratoria e narrativa di Alessandro Baricco (di ritorno al festival dopo il successo del suo Palamede al REf16) in costante dialogo con le musiche di Nicola Tescari, dando vita a un’affascinante e intima lecture musicale. Per scoprire i contenuti di questo progetto, gli artisti pubblicano sul sito di Romaeuropa, una goccia alla volta fino all’evento performativo, tre delle sei “Songs” che Baricco ha modulato dal testo di Voltolini, in uscita nella versione integrale presso l’editore Einaudi all’inizio di ottobre.

 

Si prosegue con la musica di Geek Bagatelles, il 13 ottobre all’Auditorium Parco della Musica; l’opera del compositore francese Bernard Cavanna sarà eseguita in prima nazionale dall’Orchestra Sinfonica Abruzzese, il CRM, il GRAME e dall’insolito Coro di Smartphone degli studenti del Liceo “Teresa Gullace Talotta” di Roma.

Sempre il 13 ottobre la celebre band post rock Godspeed You! Black Emperor inaugura la sua tournee Europea (dopo la recente pubblicazione del suo nuovo album) al fianco di The Holy Body Tattoo, compagnia canadese dall’energia contagiosa. In scena all’Auditorium della Conciliazione è il loro monumental, spettacolo concerto già tra i cult della danza contemporanea, dove rock e coreografia si fondono per sfidare l’alienazione del contemporaneo.

 

“Circo Autobiografico” è invece quello dello spettacolo Tu (14 e 15 ottobre al Teatro Vascello) diretto da Olivier Meyrou, in cui l’acrobata Matias Pilet attraversa le proprie memorie infantili alla ricerca delle sue radici.

 

Prosegue poi fino al 7 gennaio Digitalife, la speciale sezione di REf17 che porta a Palazzo delle Esposizioni a Roma i grandi protagonisti internazionali dell’arte digitale e pone l’attenzione all’innovazione in ambito tecnologico.

Continuano anche gli appuntamenti di COMMUNITY: masterclass che offrono possibilità di incontro e studio con i coreografi di rilievo internazionale ospiti del festival, laboratori, per far entrare lo spettatore nelle dinamiche sceniche e nei gesti dei coreografi, talks e dibattiti. Questa settimana sono previsti l‘incontro con il pubblico di Meyrou e Pilet il 12 ottobre all’Accademia di Francia – Villa Medici e la masterclass con The Holy Body Tattoo alla Dance Art Faculty il 14 ottobre.

 

Autore dell'articolo: Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone
Edward Agrippino Margarone nasce a Caltagirone il 13 Giugno 1990. Cresce a Mineo dove due grandi passioni, Sport e Musica, cominciano a stregarlo. Il suo nome è sinonimo di concerto tanto che se andate ad un live, probabilmente, è lì da qualche parte. Suona il basso ed è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni.