No Report – “No Comment” è il nuovo album di Nitro

“Vorrei portare il contenuto, la musica, prima di tutto. Volevo metterla all’attenzione di tutti e ridurre al minimo tutto ciò che è la cornice, che oggi vale più del quadro.”

Il 12 gennaio, dopo circa due anni dall’uscita di “Suicidol”, esce il nuovo album di NitroNo Comment“. La raccolta sarà distribuita sia in fisico che in digitale per Sony Music. Anticipato dal video-intro “Buio Omega” e dal singolo “Infamity Show“, il nuovo album è l’ennesima prova delle capacità del rapper. Dalla padronanza delle diverse metriche, alla padronanza della lingua italiana alla capacità di scrivere testi in rima usando le figure retoriche in modo impeccabile. Tredici tracce tra cui quattro faturing: “Chairaggione” con Salmo; “Ok Corral” con Madman; “N.M.V.L” con Dani Faiv e “Passepartout” con Lazza.

“Perchè ho chiamato un disco No Comment? La risposta esatta sarebbe no comment.”

In realtà di contenuti ce ne sono, eccome se ce ne sono. Ad esempio, nella traccia “Last Man Standing”: “Sono stato muto due anni per stare a sentire che avete da dire, il solo risultato che ho avuto è capire che ormai più nessuno vuol fare le rime”. Diversi passaggi lasciano spazio a riflessioni a partire dal titolo. “No Comment” è solo la copertina, non vuole aggiungere nulla al contenuto. In questo modo, l’ascolto  del disco non è “passivo”. Chi ascolta questo album deve per forza venire a contatto con le parole dei brani ed è portato a rifletterci sopra. La maggiore denuncia viene fatta contro la società odierna, dove i social hanno portato le persone in un turbinio di indifferenza, dipendenza e depressione.

“Oggi i fan pretendono molto, ma nelle cose sbagliate. Pretendono la tua attenzione, pretendono che gli rispondi al commento, pretendono che ci fai la foto assieme. Non pretendono che dici qualcosa nei dischi. Non pretendono che suoni senza usare il playback. Questo devono pretendere.”

Non si può dargli torto. I miliardi di informazioni che riceviamo ogni giorno ci fanno perdere la cura dei dettagli. Lo stesso succede alla musica. Sempre più spesso non conta più che cosa una persona cerca di comunicare, ma quanto ha successo. Tutte queste critiche vengono fatte con l’obbiettivo di far riemergere le persone dall’apatia in cui sono immerse.

Ad ogni modo, potrebbe forse definirsi un album “più cresciuto” rispetto ai precedenti “Danger” e “Suicidol“. “No Comment” è Schadenfreude, ossia, ti dice cose brutte ma col sorriso in faccia. Inoltre, non possono mancare le citazioni, specie quelle cinematografiche e alle serie tv, uno dei tratti distintivi di Nitro.

Il rapper Vicentino è riuscito (grazie al suo bagaglio culturale e alle sue capacità) a diventare uno dei rapper italiani più riconoscibili e, il suo interesse per coloro che ascoltano, non è da sottovalutare. Un artista che porta chi lo sente all’interno di diverse problematiche e temi differenti è da considerare come una speranza per il rap italiano, sempre più in declino.

Autore dell'articolo: Federica Fallacara