No Press – Anastacia e la sua evoluzione: il nuovo album e il nuovo tour

A distanza di tre anni dall’ultimo album, la cantante statunitense Anastacia è tornata lo scorso 15 settembre con il nuovo album “Evolution”. L’uscita è stata anticipata dal singolo “Caught in the middle”, il singolo pubblicato lo scorso luglio.

Dopo vent’anni di carriera nel mondo della musica, rimane energica e pimpante, pronta per solcare di nuovo i palchi di tutto il mondo. Inoltre, “The Evolution tour 2018” prevede quattro date in Italia il prossimo maggio: a Roma, Brescia, Bologna e Milano.

Il nuovo album è un mix di vecchio e nuovo; l’Anastacia che tutti conoscono, e una nuova versione della cantante. “Evolution” rappresenta la sua crescita sia a livello personale che a livello musicale. I brani sono stati registrati durante l’ultimo tour mondiale. Il sound, invece, muta e diventa ciò che lei definisce “SProck”, una mescolanza di Pop, Rock e della sua inconfondibile voce.

Martedì 9 ottobre presso gli studi di Universal Music Italia, si è tenuta la round table con l’artista. Nell’incontro la cantante ci ha parlato sia del nuovo album sia di argomenti più personali.

La prima domanda riguardava la nuova raccolta, la sua nascita e il significato del nome “evolution”.
Il disco nasce dal desiderio di raccontare la crescita interiore e le esperienze personali di Anastacia; introduce passo per passo le vicende che l’hanno portata ad essere quello che lei è oggi. Tutti i momenti vissuti, positivi e negativi l’hanno portata alla consapevolezza di sé. Ciò che le importa adesso è di mostrarsi sempre per quella che è, senza maschere. Scopriamo anche che le piacerebbe registrare delle collaborazioni con artisti italiani. Nonostante la diversità di linguaggio, la musica può collegare tutto e tutti.

Si passa poi ad argomenti di diverso genere: Anastacia ci racconta, infatti, di quando, sentendo la sua canzone “ I’m outta love”, è entrata in un appartamento passando dalla finestra, per poi parlare del significato della sua canzone “Why”. Il singolo è uno dei brani dell’ultimo album, in cui la cantante cerca le risposte a domande che chiunque si pone. Ciononostante, spiega che può scrivere solo di ciò che ha sperimentato, anche se comunque la canzone ha come obiettivo quello di tranquillizzare gli altri. Da qui la nostra domanda:

Quale consiglio daresti ai tuoi fan?

Così su due piedi potrei averne un sacco. Dissento dal dare una prospettiva, perchè tutto dipende da ciò che ognuno cerca e di cui ha bisogno. Potrei dare buoni consigli probabilmente, ma potrei fuorviare qualcuno a cui servirebbe altro.

Ogni persona è diversa: il modo in cui parlo del cancro deriva dalla mia esperienza, ho scelto di informarmi e la diagnosi precoce mi ha aiutato a vivere più a lungo, le altre persone hanno le loro.
Ognuno fa le proprie scelte, non penso ci sia un consiglio universale che possa riguardare tutti in egual modo. Puoi non dover mai fare una mastectomia, o potresti doverla fare e avere dodici interventi chirurgici; oppure potresti scegliere di non andare mai dal medico e morire di cancro. Puoi fare ciò che vuoi, e quindi, fai le tue scelte. Il problema è che alcune persone non vogliono sapere quello che loro stessi farebbero.

Io sono solo qualcuno che ha voluto sapere, che ha voluto capire in modo da poter sopravvivere. Comunque, il mio obiettivo è continuare ad essere qui, fare la differenza e scoprire cosa accadrà.
Quindi, tutto ciò che bisogna fare è vivere la vita, anno per anno.

 

Autore dell'articolo: Federica Fallacara