NoReview – BuiOmegA, dalla Sicilia Metal estremo di qualità

Uno dei tanti meriti del Sud Italia è quello di sfornare eccellenti band di metal estremo, come i BuiOmega, band siciliana dedita ad un interessantissimo mix di death e black metal, con venature thrash e doom. Il disco Decay, lavoro autoprodotto del 2017, contiene 10 tracce per una durata totale di circa 53 minuti. I suoni rozzi e “marci” fanno scopa con un songwriting che strizza l’occhio a band di tutt’altra provenienza geografica quali Shing, Taake Mayhem , condito da un apprezzatissimo stile vocale che ricorda Vader ed i Sepultura. 

Il grande punto a favore della band è sicuramente quello di riuscire sapientemente a far convivere fra loro elementi del death o del black metal in maniera matura ed armoniosa, regalando alle composizioni una omogeneità costante per tutta la durata del disco, senza tralasciare momenti più melodici ed evocativi (come nell’intermezzo del secondo brano, “The Night Before”). Un altro ottimo esempio di questo riuscitissimo crossover è il brano Worm’s Age , che passa da atmosfere decisamente più black metal ad una seconda parte compositiva thrash, a tratti quasi stoner, per andarsi a concludere con un mid-tempo funereo ed assolutamente doom. Menzione d’onore alla traccia di metà disco, Gaia, veramente d’effetto, ottimamente composta e suonata, una vera montagna russa di influenze musicali e stilistiche perfettamente amalgamate fra loro.

Uniche piccole “sbavature” a livello compositivo e di esecuzione  a mio avviso riguardano il voler “forzare la mano” in tempi dispari o eccessive lunghezze dei brani, evitabili con uno sforzo di produzione che dovrebbe essere preso in considerazione; inoltre il drumming è poco convincente in alcuni passaggi: osare di più con blast beat e doppia cassa per dare più spinta alle canzoni darebbe ancora più carattere ai brani.

Decay rimane comunque un ottimo prodotto made in Italy, e sicuramente sentiremo parlare dei BuiOmega molto presto.

Autore dell'articolo: Guido Penta

Guido Penta