No Report – Nuotando nell’ironia con Le Pinne

Un’ondata di frizzante sagacia ha invaso L’Atro Spazio di Bologna lo scorso 5 Ottobre. Tutto ad opera del duo milanese Le Pinne, attualmente in giro per l’Italia dopo la pubblicazione del secondo disco “Avete vinto voi” (Costello’s Records / Believe Digital).

Irene Maggi e Simona Severini catalizzano l’attenzione del pubblico presente, intorpidito dalla pioggia incessante bolognese: i brani, pieni di ironica innocenza, riscaldano, fan sorridere, colpiscono al centro.

Il duo presenta una scaletta interessante, attraversata da cover per nulla scontate nella scelta e nell’arrangiamento: su tutte Simply The Best di Tina Turner e Sfiorisci bel fiore di Jannacci, il cui umorismo e “milanesità” si fanno sentire nelle sonorità de Le Pinne.

Attingono a piene mani dal nuovo lavoro discografico (Frau Mescaline, Il Genio, Il Prete) e anche dall’album “Le cose gialle” (2011): la traccia che dà il nome al disco è un connubio di intrecci vocali e di nonsense fuori dagli schemi. La padronanza de Le Pinne arriva a tal punto da concedere al pubblico presente una pausa sigaretta: un attimo di “meritato riposo” e si riparte con Voglio un Jet, racconto autobiografico della chitarrista Simona.

Molto interessante la performance a cappella alla base del brano Centro Commerciale, che dimostra grande abilità da parte del duo.

Il live si conclude con la cover di Vento d’estate (Fabi, Gazzè), dando il triplice fischio ad una serata piacevole, singolare, sui generis. Un po’ come Le Pinne.

 

A.C.

 

 

Autore dell'articolo: CIC