Bloom

33 e non sentirli, buon compleanno Bloom! [Press]

Giunge a trentatré anni di onorata attività il Bloom di Mezzago, lo storico locale della Brianza inaugurato nel lontano 16 maggio 1987 dalla Cooperativa “Il Visconte di Mezzago”. Vi riportiamo con piacere il breve comunicato stampa dei gestori, augurandoci di poter riabbracciare presto uno dei più importanti spazi dedicati alla musica e alla cultura della Lombardia e non solo.

 

… un compleanno che non potremo festeggiare all’interno dei nostri locali, ma celebreremo comunque, con una due giorni di festa “diversa” sabato 16 maggio, con una sorpresa durante la giornata.

Parallelamente, lanciamo la campagna #SalvaBloom (https://bloomnet.org/info/24/campagna-salvabloom ) per superare questo periodo di difficoltà straordinaria: i battenti del Bloom sono necessariamente chiusi, le attività alle quali abbiamo abituato il pubblico bloccate, e di conseguenza anche i nostri rubinetti monetari che mantengono in vita il centro culturale alternativo e indipendente che portiamo avanti da più di trent’anni.

Vogliamo continuare ad essere un punto di riferimento, un trampolino di lancio per molti artisti e musicisti locali e non, uno spazio di incontro e confronto tra generazioni ed esperienze anche distanti tra loro, ma abbiamo bisogno del supporto di chi ha a cuore la nostra realtà.

Al contempo, in questi giorni in cui il settore dello spettacolo in cui Bloom opera è stato duramente colpito dall’emergenza sanitaria, abbiamo sottoscritto due lettere aperte, promosse da un gruppo di esercenti della musica ( https://www.lasci.cloud/ ) e del cinema (https://bit.ly/35XZlqE ) indipendenti, per rompere il silenzio in cui il settore è avvolto al fine di sensibilizzare su quanto musica, cinema, teatro e la cultura in generale siano delle ricchezze da preservare e tutelare, ragionare sulle misure e sulle tempistiche di riapertura.

 

 

L’iniziativa #SalvaBloom

 

 

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. 

Il contenuto non è un articolo scritto dalla redazione di Nonsense Mag.

Autore dell'articolo: Fabio Rezzola

Avatar