Therapy?

L’onda d’urto dei Therapy? colpisce ancora [Recensione]

La notizia di un nuovo album dei Therapy? è sempre ben accolta da queste parti, ma l’idea di recensire un “semplice greatest hits” non risultava certo essere entusiasmante. Guai però a sottovalutare il trio nordirlandese, oggi composto dall’inconfondibile voce e chitarra di Andy Caims, dal basso di Michael McKeegan e dalla batteria di Neil Cooper. […]

RosGos Lost In The Desert

Ros Gos: viaggio nel deserto interiore [Recensione]

Quanti dischi avrebbero il coraggio di iniziare da uno dei pezzi più intimi, voce e chitarra? Soprattutto in quest’epoca in cui si cerca di acchiappare l’ascoltatore a qualunque costo, con bpm sostenuti e ritornelli dopo 45 secondi. Ros Gos, al secolo Maurizio Vaiani, invece mette in chiaro le cose subito. In Lost In The Desert […]

“Rituals of Surrender” dei Cold in Berlin: un rituale gotico incompiuto [Recensione]

Gli incubi sono le proiezioni dell’inconscio, immagini deviate dalle nostre paure che risiedono in luoghi dell’anima pronti a fuoriuscire come creature notturne solo per ricordarci la nostra fragilità. La musica di “Rituals of Surrender”, il nuovo album dei britannici Cold in Berlin, rappresenta un invito all’abbandono alle forze oscure dell’Io con una sorta di rito […]

The Strokes

The Strokes, di abnormità virtù [Recensione]

Mi fanno sempre un tantino arrabbiare i The Strokes che, seppur dotati di un talento cristallino, a distanza di anni continuano a dare l’impressione della lazy band per eccellenza, che divaga, tergiversa e ozia sugli allori di un disco epocale come “Is this it” invece di mettere pienamente a frutto le proprie doti artistiche. Tuttavia, […]

Einstürzende Neubauten

Einstürzende Neubauten, dadaismo e decadenza [Recensione]

Il 2020 non è certo il periodo migliore per produrre e promuovere nuova musica, ma è proprio in questa situazione che accogliamo con estremo piacere un attesissimo ritorno come quello degli Einstürzende Neubauten, tornati all’opera dopo sei lunghi anni. Non è lecito sapere quanto abbia influito su Blixa Bargeld la – stupenda – collaborazione con […]

Inude

Inude, elettricità e carattere [Recensione]

Non difettano certo di personalità e stile gli Inude. Il trio salentino, a cinque anni di distanza dall’EP “Love is in the eyes of the Animals” ha pubblicato verso la fine del 2019 “Clara Tesla”, un lavoro raffinato in cui, nonostante le tante evidenti influenze in ambito elettronico, new soul e indie rock (da James […]

Fabio Cinti

Fabio Cinti, il sentimento è una rapsodia in blu [Recensione]

Raggiungere le profondità del cuore e della mente, scegliendo l’affatto facile via di una delicata essenzialità, nella quale solo l’orecchio più attento ed il cuore più sensibile possono cogliere quei preziosi dettagli nati da sfumature e note ben ponderate. Non possiamo che affermare fin da subito che “Al blu mi muovo”, l’ultimo album in studio […]

Franz

Franz, un perfetto equilibrio tra romanticismo e visionarietà [Recensione]

S’intitola “Dietro a ogni cosa” l’atteso debutto di Franz, al secolo Francesco Riva, cantautore e compositore giunto agli onori della stampa specializzata grazie al conseguimento di un lusinghiero secondo posto alla XVII edizione del “Premio Fabrizio de André” con il brano “Settembre”, che apre proprio questo disco. A distanza di qualche tempo dalla nostra precedente […]

John Qualcosa

John Qualcosa, l’intesa perfetta [Recensione]

John Qualcosa è un monicker dietro al quale si cela il duo formato da AmbraMarie, cantante già nota per la partecipazione a X-Factor nel 2009 nonché amatissima voce di Radiofreccia, ed il compagno polistrumentista Raffaele d’Abrusco. Coadiuvati dal percussionista Filippo Cornaglia – collaboratore di artisti come Niccolò Fabi, Bianco, Andrea Laszlo De Simone – i John Qualcosa […]

Seigmen

Seigmen, il boxset perfetto per riscoprire una band di culto [Recensione]

Assurti negli anni ’90-00 allo status di “band di culto” su certa stampa italiana specializzata nel genere metal e gothic, i norvegesi Seigmen sono sempre stati un oggetto misterioso in Italia per via della difficoltà di trovare i loro album anche in quei negozi di dischi storici in grado di recuperare le più improbabili pubblicazioni […]

Close