No Book – “Dove sei stata” di Giusi Marchetta: illusione di un’infanzia

Si può diventare adulti in un’illusione costruita nell’infanzia?

È ciò che accade a Mario, giovane avvocato, fuggito dalla perdita della madre e dalla Reggia di Caserta, in cui è nato e cresciuto.

L’occasione di capire che la realtà è molto più facile e complessa di come appare agli occhi di un bambino, viene fornita da un incidente capitato all’anziano padre, custode del parco della Reggia.

Lo sgradito e doveroso ritorno, coinvolge il giovane uomo in una serie di vicissitudini che lo portano al disvelamento di una verità sgradevole, tenuta nascosta da chi è rimasto per evitargli un dolore maggiore.

Posto davanti alla realtà delle circostanze, banale e semplice, eppure complessa come il vissuto che ogni essere umano si porta dentro, sta a Mario decidere se diventare davvero adulto.

Un libro che trascina nelle paure di Mario, che fa riflettere, è giusto nascondere la verità ad un bambino? Farlo crescere in un mondo di menzogne?

La scrittura è incalzante e coinvolgente e accompagna il lettore ad un finale aperto, che lascia alla fantasia individuale diversi scenari possibili, perché non si ha fretta di lasciar andare un buon amico.

Recensione a cura di Merilisa Canali

Autore dell'articolo: Merilisa Canali

Nata per caso negli anni Settanta del ventesimo secolo, ha presto capito che leggere era il migliore dei vizi ed un rifugio sicuro dalle intemperie della vita, nonché un prodigioso mezzo di trasporto per viaggi interplanetari.