No Interview – Eco Sound Fest, la sesta edizione del festival ecologico della Tuscia

L’Eco Sound Fest, il festival ecologico della Tuscia, è giunto alla sesta edizione. Anche quest’anno si svolgerà nel suggestivo parco delle Ex Scuderie Farnese di Caprarola (Vt) il 27, 28 e 29 luglio.

Abbiamo fatto una chiacchierata con gli organizzatori dell’evento.

Sesta edizione: cosa dobbiamo aspettarci?

Come sempre, la possibilità di ascoltare gli artisti del momento fuori dai palcoscenici tradizionali. La location, infatti, resterà la stessa, sebbene allestita in modo diverso: il parco delle Ex Scuderie Farnese di Caprarola, a due passi dal Palazzo Farnese e a pochi km dal lago di Vico. Ci sarà anche quest’anno ottimo cibo locale, tanta birra e l’attenzione all’ecosostenibilità.

Ci saranno anche alcune novità, ma non possiamo ancora svelarle…

Chi salirà sul palco quest’anno?

Sul palco di quest’anno saliranno 11 artisti molto diversi tra loro. L’offerta musicale dell’edizione 2018 sarà infatti ancora più variegata rispetto alle scorse edizioni: si passa dal folk degli ironici Eugenio in Via Di Gioia all’indie pop dei cantautori Galeffi e Leo Pari e del misterioso duo Lemandorle, dal rap dell’innovativo Murubutu e del romano Rancore al post-emo dei Botanici, dall’alternative/dark rock dei The Shiver alla musica elettronica di Makai, dei Toot e dei Bytecore (vincitori dell’Arezzo Wave Basilicata).

Insomma, tanta musica per tutti i gusti!

Musica, ecologia e location decisamente inusuale…

Sono proprio questi i nostri punti di forza e i motivi per cui tanti ragazzi e tante ragazze decidono di tornare! E sono anche le ragioni per cui l’Eco Sound Fest ha saputo distinguersi da tanti altri festival: grazie allo spazio che diamo alla musica originale italiana e all’impegno per l’ambiente, dal 2016 il festival fa parte di KeepOn Festival Experience, mentre, per la sua location inusuale, è stato inserito lo scorso anno tra i festival consigliati da Informagiovani Roma.

Sarà possibile anche pernottare all’interno del villaggio?

Sì, quello dell’Eco Sound Fest è un villaggio vero e proprio, una sorta di cittadella con tutto ciò che serve per “sopravvivere” tre giorni. Nel villaggio, oltre all’area concerti, ci sono infatti un’area relax, un’area espositiva, un’enoteca, un’area ristoro e un campeggio gratuito e attrezzato di docce e bagni.

Un obiettivo che vi siete posti?

Sicuramente quello di migliorare l’aspetto ecologico perché in questo campo si può sempre fare di più. Allo stato attuale, facciamo una corretta raccolta differenziata, abbiamo eliminato l’utilizzo della plastica a favore di materiali ecocompatibili, decoriamo la location del festival con il riciclo creativo, proponiamo prodotti enogastronomici locali e incentiviamo il car sharing e mezzi di trasporto alternativi alla macchina (in primo luogo la bicicletta). Anno dopo anno cerchiamo di rendere il festival sempre più ecosostenibile e anche per l’edizione 2018 abbiamo novità “green” che presto comunicheremo.

Domanda di rito: Perché non si deve mancare a questa edizione dell’Eco Sound Fest?

Ci sono tanti motivi per non mancare! Cominciamo dalla musica, che è la protagonista indiscussa del festival. Anche quest’anno saliranno sul palco sia grandi ospiti sia musicisti emergenti e meno conosciuti a cui ci piace sempre dare spazio all’interno della manifestazione. Tutti artisti che vale la pena di ascoltare dal vivo.

Un altro motivo, e questo lo dicono le persone che vengono al festival, è la location e il modo in cui è allestita. L’atmosfera che si crea durante l’Eco Sound Fest è davvero difficile da spiegare, perché ha un non so che di magico e surreale: tra gli alberi secolari del parco possono spuntare elfi e girandole colorate, le ruote di biciclette abbandonate si possono trasformare in lampadari, l’oblò di una vecchia lavatrice può diventare il ventre luminoso di un robot, prendendo una nuova vita. Il parco, durante il festival, si trasforma in un posto dove tutto diventa possibile. L’allestimento cambia ogni anno e anche durante questa edizione sarà in grado di stupire il pubblico e di trascinarlo nello spirito dell’Eco Sound Fest.

Per restare aggiornati su tutte le novità, vi invitiamo a seguire la nostra pagina FB e l’evento!

Intervista a cura di Cinzia Canali

Autore dell'articolo: Cinzia Canali

Cinzia Canali
Cinzia Canali nasce a Forlì nel 1984. Dopo gli studi, si appresta a svolgere qualunque tipo di lavoro, ama scrivere e ha la casa invasa dai libri. La musica è la sua passione più grande. Gira da sempre l'Italia per seguire più live possibili, la definisce la miglior cura contro qualsiasi problema.