No Interview – “First”: musica e colori nel nuovo disco di Matthew S

Matthew S è un music producer e live performer originario di Vicenza, vincitore del titolo Best New Generation Electro agli Mtv Digital Days 2015 e noto per molte collaborazioni e produzioni nel panorama elettronico italiano. A giugno è uscito, per INRI, First, il suo album di debutto, che vede sei tracce, due remix di Disco Ball, firmati da Amparø e lovewithme e diverse collaborazioni.

Partiamo dalla copertina del disco: una bella esplosione di colori in linea con quella sprigionata dai vari brani. È stata una tua idea?

Grazie! Sì, la creazione della copertina è stata una mia idea! Con questa copertina ho voluto ricreare un lavoro grafico capace di tradurre in immagini i diversi stili musicali all’interno del mio album.

“First” è il primo Lp. Qual è stato il momento più ostico durante la lavorazione?

Il momento più difficile durante la lavorazione dell’album è stato la parte finale, nella quale ho dovuto riascoltare traccia per traccia per sentire se c’erano delle imperfezioni. Per il resto tutto il progetto è stato un lungo lavoro durato un anno.

Nell’album sono presenti diversi featuring: Leiner Riflessi in “Touch”, IVYE in “Don’t Bring Me Down” e Tullia in “Island”. Se dovessi descrivere con un aggettivo ognuna di queste collaborazioni?

Sicuramente con Leiner l’aggettivo che più si addice è “Energica”, ho avuto una collaborazione veramente unica! In ogni minuto passato insieme a lui si sentiva un’energia positiva, questo ha portato alla creazione di un pezzo davvero “TOP”!

Con IVYE l’aggettivo è “Intensa”, con lei ho collaborato per molto tempo per terminare questa traccia.

Con Tullia potrei dire “Rilassante”. Ci siamo trovati in studio ed in una giornata abbiamo terminato la linea vocale.

Come vedi il panorama elettronico italiano attuale?

Bella domanda!

Il panorama elettronico lo sento parecchio attivo, ci sono molti artisti che con la loro musica stanno aiutando la musica elettronica a crescere in Italia.

Il prossimo step?

Portare i miei live set in tutta Italia per far conoscere il mio progetto a più persone possibili. Come ho detto a molti, ho passato troppo tempo in studio! Adesso ho il bisogno di uscire dalle mie 4 mura e far saltare un po’ di gente!

Domanda Nonsense: il momento più imbarazzante durante l’adolescenza?

Ricordo ancora la prima serata in cui dovetti fare un dj set, salendo i gradini per salire sul palco inciampai 🙂

Intervista a cura di Cinzia Canali

Autore dell'articolo: Cinzia Canali

Cinzia Canali
Cinzia Canali nasce a Forlì nel 1984. Dopo gli studi, si appresta a svolgere qualunque tipo di lavoro, ama scrivere e ha la casa invasa dai libri. La musica è la sua passione più grande. Gira da sempre l'Italia per seguire più live possibili, la definisce la miglior cura contro qualsiasi problema.