Connect with us

Hi, what are you looking for?

No Press

No Press – Mahmood, Dimartino, Radiodervish e Massimo Zamboni in concerto per il 25 aprile

Ricordare, festeggiare, commemorare. In attesa di diventare Capitale Italiana della Cultura 2020, Parma si prepara al 74° anniversario della Liberazione italiana con un ricco calendario di appuntamenti che anche quest’anno culminerà il 25 aprile con un concerto-evento organizzato dal Comune in collaborazione con il Barezzi Festival. A salire sul tradizionale palco di piazza Garibaldi saranno diversi nomi di spicco del panorama nazionale: dal neo vincitore di Sanremo Mahmood che ha scelto Parma come data zero del suo tour “Gioventù Bruciata” a Dimartino che con il suo album “Afrodite” ha riscosso successo di pubblico e critica, e al ritorno dei Radiodervish che per l’occasione eseguiranno live in anteprima nazionale il loro nuovo brano “Giorni senza memoria” con Massimo Zamboni special guest alla chitarra. Un concerto a ingresso gratuito sostenuto dal Comune di Parma, la Regione Emilia-Romagna e con il contributo del Barezzi Festival ormai realtà di riferimento del territorio.

Rompere e superare ogni barriera grazie alla musica: fare sì che la cultura sia l’unica arma di lotta per la libertà e il riconoscimento dei diritti di tutti. Per una notte Parma sarà protagonista non solo di un concerto di altissimo livello e di forte impatto popolare, ma diventerà al tempo stesso portavoce di un grande passato, testimone di un presente sempre più incerto e impegnativo e baluardo di un futuro resistente e impegnato.

Il 25 Aprile è anche un appuntamento serale molto atteso, di festa e aggregazione, che nel corso del tempo ha saputo caratterizzarsi per eventi di grande qualità musicale. E crediamo che il cartellone 2019 confermi questa tendenza. Non si poteva chiedere di meglio, esordiamo alla grande con la prima data del tour di Mahmood. Coniughiamo livello artistico alto e presa popolare senza dimenticare il valore storico di questa Festa, ha detto l’assessore alla Cultura di Parma, Michele Guerra.

E’ il primo anno che siamo coinvolti come Barezzi Festival ed è per noi questo motivo di orgoglio oltre che un onore- afferma Giovanni Sparano del Barezzi Festival– “ siamo parte di una festa molto sentita in una città come Parma, medaglia d’oro al valore militare per la Resistenza,  in cui c’è grande coinvolgimento di pubblico da mattina a sera con diversi eventi in programma. La chiamata dell’assessore per collaborare all’evento è stato un bel riconoscimento perchè per Parma è uno dei momenti culturali più alti della città: in linea con il Barezzi ho voluto dare un taglio culturale che fosse trasversale: l’unione di quello che proponiamo noi, cioè l’innovazione e la valorizzazione dei giovani talenti e con la ricerca musicale.

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Il contenuto non è un articolo scritto dalla redazione di Nonsense Mag.

Edward Agrippino Margarone nasce a Caltagirone il 13 Giugno 1990. Cresce a Mineo dove due grandi passioni, Sport e Musica, cominciano a stregarlo. Il suo nome è sinonimo di concerto tanto che se andate ad un live, probabilmente, è lì da qualche parte. Suona il basso ed è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni.

Seguici su Facebook

Leggi anche:

No Report

Un tempo, la festa dell’Unità di Modena era meta di molti amanti della musica indipendente e alternativa: nell’ultimo periodo, anche prima della pandemia, non...

No Report

Oltre 6000 persone presenti alla Villa Bellini di Catania per l’attesissima data etnea del Summer Tour 2022 di Frah Quintale, che porta in giro...

No Press

FRAH QUINTALE SUMMER TOUR 2022   Quasi 5.000 biglietti già venduti per l’unica data siciliana del “Summer Tour 2022” di Frah Quintale. Il 28...

No Press

Il Festival SOGLIANOSONICA alla prima edizione, si compone in una due giorni di concerti organizzata in piazza Matteotti, con il patrocinio del Comune di Sogliano al...