Connect with us

Hi, what are you looking for?

Bugo
Bugo
Ambria Music Festival 14 luglio 2018

No Report

NoReport – Bugo, rock incandescente @Ambria Music Fest 2018

È una serata frizzante e caratterizzata da un clima parecchio fresco, quella che ci accoglie sabato 14 luglio ad Ambria di Zogno (BG) per questa data estiva del tour di Bugo. L’artista di Rho è nuovamente in tour per l’Italia con la fidata band a promuovere la raccolta “RockBugo” e, per dirla con le sue parole, a “godersela” con i propri fan, sempre coadiuvato dal piccolo ed organizzatissimo fanclub “IoMiBugo”.

Giunti ad Ambria, non resta che parcheggiare e mangiare qualcosa all’interno dell’ampio capannone industriale che ospita l’Ambria Music Festival, giunto ormai alla sedicesima edizione: vale la pena spendere due parole per questa rassegna, diventata nel corso degli anni una piccola e consolidata realtà musicale della Val Brembana, in grado ogni anno di offrire variegati spettacoli di artisti della scena rock, pop e reggae nostrana. Gli ospiti hanno il tempo di apprezzare l’ottima cucina e birreria, mentre alle 21:30 iniziano a salire sul palco i gruppi spalla, entrambi giovani ed interessanti: si esibiscono per primi i Latente, un’alternative band selezionata grazie all’iniziativa “PORTA IL TUO DEMO”, apprezzata per la chiara ispirazione dei beniamini locali Verdena, a cui seguono i Cara Calma, un gruppo dall’approccio decisamente più rock, che scalda ulteriormente un pubblico via via più fitto a suon di riff piacevoli ed un’ottima dinamicità sul palco.

L’atmosfera è ormai decisamente riscaldata e, per quanto si capisca già che la serata non sarà un pienone, le prime voci dal pubblico iniziano a chiamare sul palco Bugo.  In questo contesto, colpisce parecchio l’eterogeneità del pubblico, composto da gente di ogni età e famiglie intere dai nonni ai nipotini, a creare un’atmosfera semplice ed accogliente seppur allo stesso tempo assai professionale: il palco è davvero ampio, al punto che potrebbe quasi accogliere gruppi come la E-Street band intera del Boss, giochi di luce davvero belli ed un’acustica nel complesso valida, nonostante purtroppo la voce dei cantanti – Bugo incluso – sia stata stesso soggetta a perdite di volume, probabilmente legate a qualche problema tecnico che tuttavia non ha scalfito le performance degli artisti e la riuscita della serata.

Ecco quindi che scoccano le 23 precise e Bugo fa il suo ingresso sullo stage di Ambria con il suo gruppo, composto da Michele Marelli alle percussioni, Max Frignani alla batteria e Michele Zanni al basso… ed è subito ROCK grazie paradossalmente a “Il sintetizzatore”, uno dei brani simbolo del suo periodo elettronico, riarrangiato in chiave heavy rock ed ormai diventato fin dalla presentazione del tour al Serraglio l’ouverture ufficiale dei concerti dal cantante, con la sua solita ironia e la voglia di ribadire che si va avanti e al passato non si torna, con buona pace di contestatori e nostalgici che – come leggeremo più avanti – si faranno sentire anche in questa serata.

La setlist prosegue con una serie di quattro brani intrisi di grinta ed energia tratti da “RockBugo” che scaldano ulteriormente l’atmosfera, con il pubblico nel complesso partecipe e che ben risponde agli stimoli di Bugo, che vuole sentire il loro tangibile entusiasmo e perciò li stimola, spesso cercando di interagire e di invitarli a divertirsi, nonostante la serata non sia da“tutto esaurito” possiamo dire che la missione sia riuscita, poiché se pure il pubblico tace curioso fra un brano e l’altro in attesa di capire cosa farà il nostro, durante le canzoni scocca la scintilla e di gente che canta i brani dell’artista, vecchi e nuovi che siano, ce n’è parecchia e si fa sentire eccome! Bugo è decisamente in forma, cantando con energia e muovendosi sul palco mentre la band dà lezioni di rock con una splendida sessione ritmica e, soprattutto, lo splendido sound della chitarra di Max.

Bugo ci propone, allora, prima due chicche divenute ormai usuali in questo tour, con una ruvida proposizione di “Sabato mattina” – da “La prima gratta” – quasi alle soglie dello stoner, e un inedito ancora senza titolo che scherzosamente annuncia potrebbe diventare “Zogno o son desto” (N.B.: i fan nelle registrazioni che potete trovare su YouTube l’hanno intitolato “Bella ciao”, che potete ascoltare  qui ). Il pubblico è entusiasta, e c’è addirittura chi inizia a mugugnare non appena Bugo imbraccia la chitarra per un un set semiacustico con la band: poco da aggiungere, questa sera vogliono proprio tutti il grande ROCK! Tuttavia, questo è il momento del set “romantico”, per cui la dolcezza di brani come “Comunque io voglio te” e “Che diritti ho su di te” non può che conquistare gli astanti… fatta eccezione per un disturbatore, che per qualche minuto pretende di “dare un consiglio” al nostro, ottenendo solo di suscitare fra i presenti l’effetto di quello che è forse il suo brano più noto, peraltro già eseguito come secondo pezzo in scaletta. Ad ogni modo, messo a tacere suddetto personaggio da artista e pubblico, la setlist ricomincia se possibile con ancora più entusiasmo con “Love Boat” e “Nei tuoi sogni”: il “capo” ha ristabilito l’ordine, per cui tutti amici come prima.

La serata prosegue bene e sul palco non si risparmia nessuno: si torna infatti al set puramente Electric-rock con tre classici che coprono tutte le fasi artistiche di Bugo (“Piede sulla merda”, “Arrivano i nostri” e “Nel giro giusto”), a dimostrare come questa serata e la pubblicazione della prima raccolta dell’artista siano una festa aperta a tutti, nella quale si vogliono proporre canzoni per divertirsi e fare contenti tutti, dai fan del primo periodo a quelli dell’ultim’ora, oltre ovviamente a volerne conquistare sempre più di nuovi.

La prima parte del concertosi chiude perciò a questo punto, ma Bugo non è tipo da farsi troppo desiderare, per cui eccolo tornare subito sul palco per un altro set, questa volta da solo e completamente in acustico: questa parte dell’esibizione è particolarmente apprezzata sia per brani che in alcuni casi non sentivamo ormai da parecchio tempo (“Cosa fai stasera” e “Mezz’ora prima di morire”), sia per i dialoghi diretti fra il rocker milanese ed i presenti, che dimostrano di conoscere bene la sua intera produzione artistica. Missione rock quasi completamente compiuta, perché siamo ormai giunti al momento dei saluti e la band che torna sul palco per gli ultimi encore, che saranno la classica chiusura col botto: i brani scelti sono infatti “Me la godo” e l’ormai nota versione di “Ggeell” + “Bollicine”, una coppia di brani che sul palco diventa più di un semplice medley, tramutandosi in una vera e propria jam finale fatta di chitarre e distorsioni che sfumano fino all’acclamata uscita finale degli artisti.

Il pubblico ne vorrebbe ancora, ma difficile lamentarsi dopo una lunga scaletta di venti brani: è stata una serata di bella musica e quest’ora e 40’ di concerto è semplicemente volata via.

Cosa dire per concludere questo resoconto, se non che Bugo, dentro e fuori dal palco, continua a confermarsi un artista generoso e genuino che punta sempre a dare al massimo al suo pubblico, a volte senza dubbio dividendo pareri ed opinioni, ma alla fine riconciliando tutto e tutti nel nome del divertimento e della buona musica (ci dicono infatti che anche il “disturbatore” si sia poi scusato).

Un personaggio unico dal quale non sappiamo mai cosa attenderci, e che proprio con questo continuiamo a seguire con piacere. Go, Bugo, go! 

 

 

H. 21:30 – Latente https://www.facebook.com/LatenteOfficial/

Latente – Live @ Ambria Music Festival

H. 22:00 – Cara Calma https://www.facebook.com/caracalma/

 

H. 23:00 – Setlist Bugo 

  1. Il sintetizzatore 
  2. Io mi rompo i coglioni
  3. C’è crisi
  4. Vado ma non so
  5. Casalingo
  6. Sabato mattina
  7. Bella ciao (titolo ancora non ufficiale)

Set con chitarra acustica e band

  1. Comunque io voglio te
  2. Che diritti ho su di te
  3. Love Boat
  4. Nei tuoi sogni

Set elettrico

  1. Piede sulla merda
  2. Arrivano i nostri 
  3. Nel giro giusto 

Set solitario acustico 

  1. Cosa fai stasera
  2. Spermatozoi 
  3. Mezz’ora prima di morire
  4. Sei la donna

Encore con la band

  1. Me la godo
  2. Ggeell/Bollicine

 

Homepage Bugo https://www.facebook.com/BugoUfficiale/

 

 

FanBlub “IoMiBugo” https://it-it.facebook.com/BugoFanClub/

Il mitico FanClub “Io mi Bugo”

Written By

Seguici su Facebook

Leggi anche:

No Press

SALMO FLOP TOUR UNO SHOW NUOVO E ORIGINALE PENSATO PER I 12 PALAZZETTI ITALIANI CON UNA SCALETTA INEDITA CHE VEDRÀ ANCHE IL DEBUTTO LIVE...

No Press

MARIO VENUTI CONCLUDE IL TOUR DI TROPITALIA NELLA SUA CATANIA 10 OTTOBRE – TEATRO AMBASCIATORI L’ARTISTA SICILIANO CON BAND AL COMPLETO PER UN CONCERTO CHE...

No Interview

È in corso a Catania la nuova edizione di Porte Aperte Unict – Musica Teatro Cinema che il 15 luglio ha inaugurato alla grande...

No Interview

Protagonisti della nuova edizione di Porte Aperte Unict – Musica Teatro Cinema saranno Willie Peyote (il 15 luglio) e Fask – Fast Animals And Slow Kids (il...