Connect with us

Hi, what are you looking for?

And the Stars above CD Cover

No Review

No Review – “And the Stars Above” …e uscimmo a riveder le stelle degli Armonite

Armonite è un intrigante progetto musicale capitanato dai compositori Paolo Fosso e Jacopo Bigi, unici membri stabili e “mastermind” del gruppo.

Già fattisi conoscere a livello internazionale con un concerto a Expo 2015, nel quale danno alle stampe il debutto “The Sun is New Each Day” prodotto da Paul Reeve (già al lavoro coi Muse) e menzionati con onore nella categoria, l’anno successivo, all’International Songwriting Competition – categoria strumentale – con l’ottimo brano “Blue Curaçao” contenuto nell’ultimo lavoro che ci accingiamo a recensire per voi.

Prodotto a L.A. dalla Cleopatra Records, “And the Stars Above” è un incredibile viaggio strumentale, nel quale Paolo e Jacopo dimostrano la propria maestria in quattordici spunti di soundtrack, dando vita a brani vividi ed affascinanti senza cadere nell’errore di produrre solo “musica per musicisti”, tecnicamente valida, ma poco godibile dai più.

Figlio di esperienze musicali estremamente ricercate, l’album ci fa apprezzare diversi percorsi musicali sospesi fra musica classica e progressive crimsoniano e nordeuropeo, nel quale risulta molto evidente l’influenza del bassista Colin Edwin, già membro di quei Porcupine Tree di cui si sente parecchio l’influenza nei momenti più prossimi al metal. 

Pur non essendo volutamente legate da un concept, con l’intento di spaziare fra i più vari generi in assoluta libertà, l’intera opera è pervasa da atmosfere ora minimali (“The Usual Drink”) ora celestiali, come l’opener “The March of the Stars”, ispirata dal Paradiso dantesco, e l’ottima “Clouds Collide”, in cui la bella voce di Maria Chiara Montagnari sembra rendere omaggio a Kate Bush in quella che non sembra un’assonanza casuale con “Cloudbusting”.

Il connubio fra l’appassionato suono del violino di Jacopo e le tastiere di Paolo emoziona in tutti i brani, in special modo in “By Heart” e “By the Waters of Babylon”, dove l’interpretazione si fa a dir poco struggente, e notevole è anche l’omaggio al prog italiano degli anni ’70 contenuto in “What’s the Rush”.

Album poliedrico ed interessante, “And the Stars Above” è un’opera seconda brillante ed ispirata, che conferma il talento e l’ambizione di questi due bravi musicisti che non mancheremo di tenere d’occhio in futuro.

 

 

Advertisement. Scroll to continue reading.

 

Tracklist 

01. The March of the Stars

02. Next Ride

03. District Red

04. Plaza de España

05. Clouds collide

06. Blue Curaçao

07. By heart

Advertisement. Scroll to continue reading.

08. Freaks

09. By the Waters of Babylon

10. The usual drink

11. What’s the Rush?

12. Ghosts

13. [Bonus Track] A Playful Day (for Strings Quartet)

14. [Bonus Track] The Fire dancer (for Piano solo)

 

Gli Armonite: a sinistra Paolo Fosso, a destra Jacopo Bigi.

Written By

Seguici su Facebook

Leggi anche:

Advertisement