No Review – “Diventeremo adulti”, la fresca maturità di Giulia Mei

Energia, freschezza, simpatia e una personalità brillante e delineata che fanno di questo debutto uno degli album più interessanti e maturi incontrati nella prima metà del 2019. Non ci piace esagerare con le lodi, ma “Diventeremo adulti”, opera prima della giovane cantautrice palernitana Giulia Mei, è un esordio che non può lasciare indifferenti.

Autrice e compositrice che trae ispirazione dalla tradizione cantautoriale italiana, con un particolare e personalissimo amore per la scuola genovese, Giulia Mei con il suo debut ci propone dodici piccoli saggi di musica leggera, ma non troppo attraverso i quali possiamo scoprire il suo talento e la sua profonda sensibilità.

“Diventeremo adulti”, prodotto a Roma con Edoardo de Angelis, è un lavoro caratterizzato anzitutto da un tocco di vivace e simpatica ironia, che possiamo apprezzare in canzoni accattivanti come “Tutta colpa di Vecchioni”, sorta di solare manifesto artistico della cantante che ci narra la sua folgorazione per la tradizione cantautoriale italiana, nel primo single “E fattela ‘na risata!”, giocoso e brillante inno alla positività che ci ha fatto pensare al tono scanzonato e mattacchione dei primi Gaber e Jannacci, oppure ancora nell’ironia di “Kundera”, brano che partendo da suggestioni letterarie dà vita ad un ironico monologo che si conclude con l’invito a cogliere la vita con la dovuta ironia, imparando le lezioni che questa ci sottopone.

Ma oltre a questo stile sbarazzino, capace di indurre da subito l’ascoltatore a fischiettare allegramente queste canzoni magari appena scoperte, “Diventeremo adulti” ci mostra anche l’aspetto più sofferto e sensibile della giovane cantante, espresso certamente al meglio nei brani come  “Lui” e “Quelli che amano hanno lo sguardo più lucido e folle che c’è” nei quali Giulia, armata solamente di pianoforte e della sua voce cristallina e appassionata, ci propone due interpretazioni accorate e struggenti, mostrandoci la propria versatilità stilistica.

Album che si lascia ascoltare e soprattutto riascoltare da subito, “Diventeremo adulti” è una piacevole sorpresa che ci ha fatto conoscere Giulia Mei, artista ispirata già capace di esprimere con maturità e personalità il proprio talento.

 

Tracklist:

  1. Tutta colpa di Vecchioni
  2. Kundera
  3. La 600 (tutta rotta)
  4. La Bellezza
  5. Lui
  6. E fattela ‘na risata!
  7. A mia madre
  8. Maledetto
  9. Quelli che amano hanno lo sguardo più lucido e folle che c’è
  10. Destinatario inesistente 
  11. Vivi, c’hai la vita, deficiente!
  12. Iu c’àiu a tia (bonus track)

Autore dell'articolo: Fabio Rezzola

Avatar