No Review – Gianni Maroccolo e il primo volume della serie “Alone”

È un progetto ambizioso e assai particolare, “Alone”: l’idea di Gianni Maroccolo consiste infatti nel far uscire un nuovo capitolo ogni sei mesi esatti (il 17 giugno ed il 17 dicembre), dando vita secondo l’autore ad un vero e proprio di “disco perpetuo” destinato ad accompagnarsi ai racconti di Mirco Salvadori ed alle illustrazioni di Marco Cazzato, nell’ottica di quella che vuole essere un’esperienza artistica totale, dal taglio fortemente visionario.

“Alone” è un’opera difficilmente classificabile, a metà strada fra la soundtrack, la musica per installazioni artistiche, l’ambient e l’industrial. In questo pellegrinaggio senza meta, Maroccolo si avvarrà via via di ospiti/amici conosciuti nel corso della sua lunga ed onorata carriera di musicista e produttore, e già “Volume 1” ospita due dei più celebrati artisti della scena alternative contemporanea: da un lato, Jacopo Incani/IOSONOUNCANE presta il suo estro oscuro in “Tundra”, dove dà libero sfogo ai suoi synths ingaggiando una sorta di armonioso duello con quelli di “Marok”, dando vita ad un’evocativa suite alle soglie del prog; dall’altro, Edda si spoglia dalle vesti di rocker trasfigurandosi in un moderno sciamano induista nell’onirica “L’altrove”.

Opera complessa ma allo stesso tempo godibile, la serie “Alone” è un progetto affascinante e degno di essere sostenuto, magari sfruttando la campagna di Contempo Records che prevede un abbonamento per i primi quattro volumi, che ai soli sottoscrittori darà diritto a ricevere un “Volume 0” manufatto in tiratura limitata, destinato a non essere più messo in commercio.

Tracklist:

  1. Cuspide
  2. Tundra – ft. IOSONOUNCANE
  3. L’Altrove – preludio
  4. L’Altrove – ft. Edda
  5. Sìncaro
  6. Alone to be continued

Autore dell'articolo: Fabio Rezzola

Avatar