Connect with us

Hi, what are you looking for?

No Report

Alosi porta “Mezzanotte” e la Sicilia all’Arci Bellezza di Milano per il suo “Cult Tour” – Report

L’Arci Bellezza di Milano è davvero un luogo dove si respira bellezza. La sua programmazione è da sempre orientata ad offrire al pubblico quanto di più interessante riesce a catturare dal panorama artistico musicale. Abbiamo avuto modo di tornarci lo scorso 19 ottobre, data in cui Alosi (Il Pan del Diavolo), in occasione della tappa milanese del “Cult” tour all’Arci Bellezza di Milano, ha presentato “Mezzanotte”, etichetta/collettivo musicale con artisti nuovi e siciliani che sono saliti sul palco dello storico locale milanese per dare voce ad una nuova “primavera siciliana” e proporre una visione della musica con meno “intermediazioni e frustrazioni”.

“Mezzanotte è un nuovo collettivo di artisti: siamo tutti siciliani e la nostra idea è che avere attorno una rete di persone valide e appassionate valga quanto avere un’etichetta per un musicista – racconta Alosi – Attiva dal 2021 ha pubblicato un ep, vari singoli, un album più un altro album in uscita per il 2024. È un’idea a cui pensavo da molto tempo, poter registrare e creare la propria musica e poi avere un supporto per pubblicarla e promuoverla dentro una rete di contatti saldi e fidati. Mezzanotte collabora con 900b per il collecting delle edizioni e la distribuzione tramite Fuga Music.” Partner della serata: Rockit Pro, 900b publishing, Downtown studios, Duna studio.

 

Alosi (il Pan del Diavolo), durante il live, ha presentato il nuovo disco “Cult”: un album eterogeneo, un inno alla libertà creativa che in un pugno di canzoni presenta tante facce diverse. Le collaborazioni sono le più disparate: dal reggae di Stevie Culture al blues elettrico con Adriano Viterbini o il cantautorato più classico con Massaroni Pianoforti. Durante la serata abbiamo avuto modo di ascoltare brani del nuovo album come “Blues Animale”, ma anche vecchi successi del Pan del Diavolo come “Centauro”, che è stato reso ancora più potente dalla presenza della formazione che lo accompagna dal vivo, tra cui spiccano i nomi di Cappadonia ed Emanuele Alosi, il cui assolo alla batteria resterà a lungo nelle nostre memorie. Il live è andato avanti sotto il grido di “Viva la musica, Viva il rock”.

Alosi ci dice che a loro piace quando le cose vanno storte per introdurci “Cult”, tracklist del nuovo lavoro, che dal vivo si accende di suoni più corposi e rock. Il live procede con altri brani de Il Pan del Diavolo che vengono accolti con molto calore sottopalco, “Libero” e “FolkRockaBoom”, sul quale la band si scatena letteralmente sul palco e rapisce il pubblico con la sua potenza acustica.

 

In apertura del live di Alosi, abbiamo avuto modo di scoprire gli artisti di Mezzanotte: Fuori dai denti, one man band con un immaginario visionario e grottesco che si accompagna con un basso distorto e grancassa, con all’attivo due Ep; Beatrice Campisi, cantautrice dai tratti etnici eleganti con venature rock, che ha già pubblicato due album in studio, più tour in Italia e in Europa. Infine, Dario Naccari, cantautore a cavallo fra poesia e chitarra acustica, che ha presentato il suo nuovo singolo “Quelli che ben pensano feat Tusco”, cover del celebre brano di Frankie hi-nrg mc, in anticipazione dell’album “Multiverso” in uscita nel 2024.

Report a cura di Egle Taccia

 

Written By

Egle è avvocato e appassionata di musica. Dirige Nonsense Mag e ha sempre un sacco di idee strambe, che a volte sembrano funzionare. Potreste incontrarla sotto i palchi dei più importanti concerti e festival d'Italia, ma anche in qualche aula di tribunale!

Seguici su Facebook

Leggi anche:

No Report

Durante l’ultima data del tour italiano negli stadi “Overdose D’Amore”, Zucchero ha divertito ed emozionato il pubblico con il suo energico show tutto suonato dal vivo....

No Report

Pochi giorni fa Appino ha pubblicato un nuovo singolo dal titolo “Le vecchie maniere”, un brano dove l’artista ci regala un altro spaccato di...

No Review

Lo sguardo aperto verso il futuro, senza mai rivolgere, però, le spalle al passato. È questo il punto di partenza del progetto “Dire Fare...

No Report

Il teatro Gerolamo di Milano è un posto unico. Piccolissimo, solo 209 posti, noto per aver ospitato in passato dapprima spettacoli di marionette e...