No Press – Balla Coi Cinghiali 2018: annunciati ZEN CIRCUS, GALEFFI, PINGUINI TATTICI NUCLEARI e molti altri

Fuori i primi nomi in cartellone per la tre giorni di Vinadio: anche quest’anno tanta musica, buon cibo, arte, letteratura, sport e grande attenzione all’ambiente per una vera esperienza di festival a 360°.

Protagonisti della scena rock alternativa nazionale, astri nascenti dell’indie, superband e nomi storici dell’underground italiano. Zen Circus, Galeffi, Pinguini Tattici Nucleari, Uochi Toki, Stella Maris, Cacao Mental, Twee e La Notte: questi i primi artisti in cartellone per Balla Coi Cinghiali, il festival in programma dal 23 al 25 agosto 2018 al Forte di Vinadio, organizzato con il patrocinio della Regione Piemonte e del Comune di Vinadio.

Come la precedente, che ha toccato le diecimila presenze, anche l’edizione 2018 sarà incentrata sul tema “Nature rocks”, promuovendo una modalità sostenibile di progettazione degli eventi. Con un animo green, Balla Coi Cinghiali è, infatti, uno dei primi festival italiani a compensare la CO2 emessa, a differenziare i rifiuti e a utilizzare esclusivamente bicchieri in PET riciclabili.

Un’iniziativa a basso impatto ambientale, quindi, che valorizza il territorio e che, attraverso concerti e numerose attività si configura come un vero e proprio laboratorio artistico e culturale a cielo aperto. Centrale, la musica: direttamente dal palco romano del Primo Maggio arrivano, con il punk-rock graffiante che da vent’anni li contraddistingue, gli Zen Circus, veterani della scena indipendente con all’attivo dieci album, un EP e più di 1000 concerti in tutta Europa. E sempre dal “Concertone”, la freschezza di Galeffi, tra i nuovissimi talenti dell’onda indie italiana. E ancora, tante band della scena nostrana: le sperimentazioni ibride tra hip hop ed elettronica del duo di Alessandria Uochi Toki; i bergamaschi Pinguini Tattici Nucleari con la loro irriverente ironia; il supergruppo Stella Maris che riunisce Umberto Maria Giardini, Ugo Cappadonia, Emanuele Alosi e Paolo Narduzzo; la cumbia elettronica del duo italo-peruviano Cacao Mental; il quartetto Twee, con un travolgente pop dal retrogusto “sixties” da Asti; i giovanissimi La Notte, freschi di pubblicazione del nuovo album e vincitori del Premio Buscaglione 2018.

Tre palchi, 18 ore giornaliere tra attività e spettacoli per quella che non è una semplice tre giorni di concerti, ma una rassegna che, ispirandosi ai grandi appuntamenti internazionali, integra numerose tematiche tra arte, solidarietà e tutela dell’ambiente. Un programma ricco, che verrà svelato nelle prossime settimane, con tanti laboratori per adulti e bambini, trekking e visite guidate tra i panorami mozzafiato della valle alpina dello Stura, mostre, proiezioni, performance teatrali, incontri e dibattiti su tematiche sociali e di attualità. E non mancheranno il buon cibo della storica cucina BCC e una speciale area dedicata al benessere e al relax. Infine, per coloro che vogliono vivere il festival a 360°, Balla Coi Cinghiali offre la possibilità di soggiornare in un’area tende.

Autore dell'articolo: Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone
Edward Agrippino Margarone nasce a Caltagirone il 13 Giugno 1990. Cresce a Mineo dove due grandi passioni, Sport e Musica, cominciano a stregarlo. Il suo nome è sinonimo di concerto tanto che se andate ad un live, probabilmente, è lì da qualche parte. Suona il basso ed è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni.