“La Ripresa” di Duccio Forzano sbarca a Salerno

Duccio Forzano dopo anni di lavoro sul campo e di esperienze professionali dalla complessità sempre crescente, ha deciso di condividere la sua storia e i suoi punti di vista sul mestiere del regista e sulle scelte che possono valorizzare il talento di ciascuno.

La ripresa – sul set come nella vita – è la filosofia che muove Forzano ad organizzare questo incontro di 2 giornate a Salerno nelle giornate del 17 e 18 novembre  nelle quali potrai:

  • Conoscere le scalette e I segreti che hanno guidato le riprese di successo di Duccio Forzano
  • Imparare la strategia che guida un regista che vuole intrattenere il pubblico
  • Scoprire gli errori da evitare quando si lavora in squadra in progetti ambiziosi
  • Esplorare come puntare sulla tua creatività per non trasformare in hobby le tue passioni
  • Confrontare i tuoi desideri con i pensieri limitanti che non ti autorizzano a “crederci”
  • Condividere tue esperienze per sperimentare nuove possibilità con un gruppo di pari.
  • Partecipare ad un gruppo facebook #laripresa con il quale Duccio resterà periodicamente in contatto per confronti e progetti condivisi.

Se Duccio Forzano è tra i registi più conosciuti e apprezzati della televisione italiana, lo si deve al suo intenso e continuo percorso umano e professionale.

Dall’esordio nel’96 con la prima collaborazione con Claudio Baglioni, avvenuta dopo anni di gavetta e di molti mestieri, è passato in pochi anni a dirigere i più importanti spettacoli della RAI, “Stasera pago io” di Fiorello, “Torno sabato” con Panariello, “Che tempo che fa” con Fazio, fino ad arrivare a molte edizioni del Festival di Sanremo, l’evento che rappresenta la più grande sfida mediatica italiana. Non sono certo mancati debutti con il teatro, cinema, fiction, videoclip, mostre, seminari universitari e incontri con artisti di eccezione che hanno arricchito la sua esperienza stimolandolo a raccontarsi, senza veli, nel romanzo “Come Rocky Balboa” edito da Longanesi nel 2016. Un racconto, nel quale la storia della sua vita e la ricerca del mestiere, vista come la capacità di mettere al centro le proprie passioni da nutrire con l’impegno, si mescolano riuscendo a dare un significato profondo anche alle esperienze peggiori.

È da questa consapevolezza che, nel corso del 2018, nasce il Progetto “La Ripresa – sul set come nella vita” ideato dal regista e da Ninfa Monetti, esperta di linguaggio e comunicazione.

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Il contenuto non è un articolo scritto dalla redazione di Nonsense Mag.

Autore dell'articolo: Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone
Edward Agrippino Margarone nasce a Caltagirone il 13 Giugno 1990. Cresce a Mineo dove due grandi passioni, Sport e Musica, cominciano a stregarlo. Il suo nome è sinonimo di concerto tanto che se andate ad un live, probabilmente, è lì da qualche parte. Suona il basso ed è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni.