No New: Ti voglio urlare, il nuovo album de L’ultimodeimieicani

L’ULTIMODEIMIEICANI sono cinque ragazzi di Genova. Il 4 ottobre è uscito Ti voglio urlare il loro nuovo album: ne parliamo qui, buona lettura!

Ti voglio urlare è il titolo del vostro album d’esordio: come mai avete scelto di chiamarlo così?

Perché questo album è diventato il contenitore di tutto ciò che avevamo bisogno di scaricare. Abbiamo dato spazio a tutte quelle piccole cose che a volte nella vita di tutti i giorni mettiamo in secondo piano seguendo la logica del quieto vivere. Vogliamo urlare sia il positivo che il negativo, l’importante è non risparmiarsi ed essere sinceri.

Di cosa parlano le tracce presenti nel disco?

Le tracce del disco riprendono appunto tutti i ragionamenti sul domani, le paure, le paranoie, gli amori, le speranze di questi anni che abbiamo vissuto cercando un nostro posto nel mondo che, come sanno tutti o quasi tutti, non è cosa facile, per cui ci sono stati molti stimoli.

Quando nasce la band e cosa vi unisce più di tutto?

La band nasce nel 2014, poi col tempo è diventata una scommessa un po’ per tutti e quindi siamo ancora qui. Siamo uniti da una forte amicizia e, infatti, è sempre bello passare momenti tra di noi; poi c’è il rovescio della medaglia e cioè che, essendo amici, quando si litiga si litiga duro.

Che tipo di sonorità accompagnano i testi delle vostre canzoni?

Le sonorità sicuramente riprendono, per via dei nostri ascolti, un certo pop rock inglese dove le chitarre sono al centro della scena, ma, a dir la verità, non abbiamo mai saputo collocarci in un genere specifico.

Domanda nonsense: perché Ultimodeimieicani?

L’ultimodeimieicani è capitato, stavamo cercando un nome e subito ci è piaciuto, non sappiamo nemmeno come sia venuto in mente a qualcuno, ma descriveva perfettamente una sensazione che tutti avevamo provato spesso nella vita.

A cura di Laura De Angelis

Autore dell'articolo: Laura De Angelis

Laura De Angelis