No Press – MUSE: The Amazons, Mini Mansions e Nic Cester sono gli artisti che apriranno le date italiane del “Simulation Theory World Tour”

DOPO LO STREPITOSO SUCCESSO DI PRAGA, BUDAPEST, GRAZ, LONDRA, BRISTOL, MANCHESTER, RIGA, MOSCA, HELSINKI E CRACOVIA

FINALMENTE STA ARRIVANDO NEGLI STADI PIÙ PRESTIGIOSI D’ITALIA

“SIMULATION THEORY WORLD TOUR”

IL PIÙ GRANDE CONCERTO ROCK DELL’ANNO

Venerdì 12 e sabato 13 luglio
MILANO – STADIO SAN SIRO
 
Sabato 20 luglio
ROMA – STADIO OLIMPICO
 

ANNUNCIATI GLI ARTISTI CHE APRIRANNO LE DATE ITALIANE


LA GIOVANE ROCK BAND DI READING
OSANNATA DALLA CRITICA

Venerdì 12 luglio – Stadio San Siro – Milano


IL SUPER TRIO CALIFORNIANO COMPOSTO DA
MICHAEL SHUMAN DEI QUEENS OF THE STONE AGE,
ZACK DAWES E TYLER PARKFORD DEI THE LAST SHADOW PUPPETS
Venerdì 12 luglio – Stadio San Siro – Milano
Sabato 13 luglio – Stadio San Siro – Milano
Sabato 20 luglio – Stadio Olimpico – Roma


FRONTMAN DELLA MULTIPLATINO ROCK BAND AUSTRALIANA JET
Sabato 13 luglio – Stadio San Siro – Milano
Sabato 20 luglio – Stadio Olimpico – Roma

 

Dopo le prime date in Europa e il grandissimo successo della parte britannica del loro nuovo tour mondiale, i MUSE saranno in Italia per tre date il 12 e 13 luglio allo Stadio San Siro di Milano e il 20 all’Olimpico di Roma per il più grande concerto rock dell’anno. La top live “rock-alternative band” del mondo, si presenta negli stadi italiani con una scenografia kolossal, un palco stellare composto da luci a LED, effetti 3D, ballerini, un gigantesco scheletro robot e mostri gonfiabili; uno show grandioso, per quello che i Muse stessi definiscono “il loro tour migliore di sempre”!
La band arriverà in Italia a luglio con tre show nei due più grandi e prestigiosi stadi italiani, rispettivamente venerdì 12 e sabato 13 luglio a Milano e sabato 20 luglio a Roma, per presentare il loro ultimo capolavoro “Simulation Theory”, concept album in cui le macchine hanno preso il sopravvento sugli uomini.
Per i MUSE – usciti a novembre 2018 con il nuovo album “Simulation Theory” – conosciuti in tutto il mondo per i loro spettacoli live “incendiari” e “rivoluzionari”, questo tour non farà eccezione e si preannuncia epico e ambizioso per dare ai propri fan – ormai abituati a veri e propri concerti evento – un’esperienza sempre più “totale”, dal suono alle luci, dal palco ai video.

“Uno spettacolo rock vertiginoso nell’attuale era tecnologica” – NME

“Concerti sempre più potenti … assolutamente travolgenti”. – La Repubblica

Special Guest degli show Italiani saranno i THE AMAZONS (venerdì 12 luglio a Milano), MINI MANSIONS (venerdì 12 e sabato 13 luglio a Milano e sabato 20 luglio a Roma) e NIC CESTER (sabato 13 luglio a Milano e sabato 20 luglio a Roma).
I biglietti sono in vendita su ticketmaster.it, ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.
“The Simulation Theory World Tour” presenterà un nuovo ed entusiasmante pacchetto Enhanced Experience che consente l’accesso a un esclusivo Pre-Show Party in Mixed Reality, sviluppato da Microsoft, con tre giochi di realtà virtuale originali, ispirati alle tracce di Simulation Theory. I vantaggi aggiuntivi di Enhanced Experience includono un biglietto premio per il concerto, un poster specifico, un’esperienza fotografica interattiva con oggetti di scena e cimeli degli ultimi video della band e altro ancora. I dettagli di Muse Enhanced Experience e Premium Ticket Bundle sono disponibili su www.cidentertainment.com/events/muse-tour/
I MUSE sono Matt Bellamy, Dominic Howard e Chris Wolstenholme. Con “Drones”, album uscito nel giugno 2015, hanno debuttato al primo posto in 21 Paesi in tutto il mondo, raggiungendo il loro primo numero #1 negli Stati Uniti. L’album ha vinto il Grammy Award, il secondo, come Best Rock Album nel febbraio 2016. Dal 1994 i MUSE hanno pubblicato sette album in studio, vendendo oltre 20 milioni di album in tutto il mondo.
Riconosciuta in assoluto come una delle migliori band dal vivo al mondo, i MUSE hanno vinto numerosi premi musicali tra cui due Grammy Awards, un American Music Award, cinque MTV Europe Music Awards, due Brit Awards, dieci NME Awards e sette Q Awards.

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. 

Il contenuto non è un articolo scritto dalla redazione di Nonsense Mag.

Autore dell'articolo: Fabio Rezzola

Avatar