Connect with us

Hi, what are you looking for?

No Interview

Fuori Salotto stasera a Catania con Giovanni Truppi – L’intervista a Lelio Morra

Giovanni Truppi è una delle personalità più eclettiche della musica indipendente italiana. Ispirato dal cantautorato degli anni Settanta e da sonorità che si avvicinano a Sufjan Stevens, si afferma sulla scena musicale per le sue «capacità di rinnovare la canzone d’autore».
Nel 2022 pubblica “Tutto l’Universo”, il suo quinto lavoro discografico, che contiene “Tuo padre, mia madre, Lucia” brano in gara al Festival di Sanremo che consacra Truppi tra i rappresentanti della nuova canzone italiana.

Fuori Salotto è il salotto itinerante della canzone che invita i protagonisti del cantautorato a raccontarsi in un’esperienza inclusiva e conviviale.
L’obiettivo del format, curato da Lelio Morra, è creare momenti di valore emotivo e culturale dove si incontra fiducia e condivisione di intenti.
Prima Milano, poi due mesi estivi sull’Etna, Palermo, con Roma e Napoli alle porte.

Open act by Brando Madonia, artista catanese che nel 2012 partecipa a Sanremo Giovani con i Bidiel.
Si specializza poi in composizione di musiche per film e avvia un nuovo progetto discografico, per la prima volta da solista, con l’etichetta di Carmen Consoli. Dal 2022 collabora con Pulp come produttore e musicista.

 

Abbiamo incontrato Lelio Morra per parlare di Fuori Salotto e dei suoi progetti futuri.

 

Intervista a cura di Egle Taccia

 

Come è nata l’idea del Fuori Salotto? 

Advertisement. Scroll to continue reading.

 

È nata questa primavera quando entrati in casa nuova c’è stata da subito la sensazione che fosse uno spazio dove poter mettere insieme una serie di esperienze ed esigenze e condividerle. Questo è stato il punto di partenza per poi declinare il clima conviviale e l’ascolto vicino tra pubblico e artista in altre location e città. 

 

Quanti artisti ha ospitato finora e come scegli i luoghi dei concerti? 

 

Di recente abbiamo raccolto un po’ di dati ed è venuto fuori che da maggio ad oggi ci son stati una ventina di Fuori Salotto e un festival sull’Etna tra Luglio e Agosto. Più di 20 gli artisti a darci fiducia, 8 location in 5 città diverse e un’utenza che supera le tremila presenze. Il motore di partenza è il desiderio di creare momenti di valore emotivo e culturale, avvicinare pubblico e artista, generare le condizioni per un ascolto autentico delle canzoni. La scelta delle location non segue un criterio particolare se non la sensazione di una visione comune e un grado di empatia con chi considera di ospitarci.   

 

Come descriveresti il pubblico del Fuori Salotto? 

 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Di certo in parte è appassionato e cosciente della canzone contemporanea, ma in tanti si lanciano con curiosità. Ci si riconosce vicini al desiderio di vivere il benessere che generano le canzoni e lo stare insieme senza particolari formalità.   

 

La prossima tappa sarà stasera da Zo a Catania con Giovanni Truppi. Cosa ti lega a questo sensibile e appassionato cantautore?

 

Sì, e sarà l’inizio della rassegna su Catania dove una volta al mese troviamo ospitalità da Zo. Questo accresce il valore del tutto, perché è uno spazio meraviglioso e di forte carattere culturale. Truppi, Bondì e Gnut sono i primi tre ospiti in calendario, annunceremo poi i successivi. Agli ospiti che ho invitato sono legato dalla stima del loro percorso e dal rapporto che nel tempo si è generato, è una delle cose che più mi arricchisce perché mi danno fiducia, gli artisti quanto i loro rappresentanti, e si torna a stare insieme in un contesto diverso. Siamo legati in qualche modo per come la giostra della musica lascia creare rapporti nel tempo laddove ci si riconosce.   

 

Cosa deve aspettarsi il pubblico da questo live? 

 

Truppi per certi aspetti è un rivoluzionario, perché la sua metrica è tutt’altro che ordinaria… le sue canzoni suonano come un flusso di coscienza e riescono a farti guardare allo specchio. È napoletano, lo puoi percepire, ma non ne fa un vanto o lo sbandiera, cosa che apprezzo.   

Advertisement. Scroll to continue reading.

 

Parliamo invece della tua carriera artistica. Hai nuova musica in cantiere? 

 

Sono fermo al momento, dopo il covid ho pubblicato un brano a cui è seguito un tour ed è stato meraviglioso. Ma c’era troppo traffico e con la squadra a lavoro con me in quel periodo non è stato un matrimonio longevo e ho preso tempo (nello stesso tempo è nato il Fuori Salotto). Per cui sì, ho un cassetto che custodisce canzoni che hanno voglia di essere suonate, ma senza fretta. 

 

Domanda Nonsense: Vino bianco o rosso?

 

Sono daltonico, vado a naso 😉 ma, dopo questa estate alle pendici del vulcano, sono devoto a Etnella.  

 

Advertisement. Scroll to continue reading.

 

 

 

 

 

 

 

Written By

Egle è avvocato e appassionata di musica. Dirige Nonsense Mag e ha sempre un sacco di idee strambe, che a volte sembrano funzionare. Potreste incontrarla sotto i palchi dei più importanti concerti e festival d'Italia, ma anche in qualche aula di tribunale!

Seguici su Facebook

Leggi anche:

No Press

È sold out in 24 ore il live al Forum di Milano previsto per il 21 ottobre 2024 di Mahmood che raddoppia con una...

No Press

PEGGY GOU SALIRÀ SUL PALCO DELL’UNIPOL ARENA DI BOLOGNA  PER IL SUO PRIMO SHOW IN UN PALAZZETTO ITALIANO  Dopo il trionfale successo del singolo  “It...

No Review

La Settimana Santa della musica è appena partita e immancabili arrivano le pagelle dei brani in gara. Quando si parla di Sanremo si sa...

No Interview

Ha 23 anni, ma ha già conosciuto la parte peggiore del mondo: Marianna Mammone, in arte BigMama, è tra i 30 artisti protagonisti del...

Advertisement