I Black Eyed Peas a Catania – Tra sogno e realtà [Report]

Uno dei concerti più attesi dell’estate catanese è stato certamente quello dei BLACK EYED PEAS: l’iconico gruppo musicale alternative della scena hip hop statunitense con 6 Grammy Awards vinti e 35 milioni di album venduti, in Italia per un’unica data, prodotta e distribuita da Vivo Concerti, è approdato in Sicilia giovedì 28 luglio a Catania al Wave Summer Music (Villa Bellini).

La formazione, che da decenni segna un successo dopo l’altro, ha da poco pubblicato l’inedito DON’T YOU WORRY, in collaborazione con Shakira e David Guetta, la più alta nuova entrata della Classifica EarOne Airplay Radio nel giorno di uscita al #24 (e ad oggi al #4), che a una settimana dalla pubblicazione ha registrato oltre 13 MILIONI di visualizzazioni su Youtube.

Il loro ottavo album in studio TRANSLATION, certificato ORO in Italia, ha ottenuto un successo internazionale nel 2020 anche grazie alle collaborazioni con artisti come J Balvin, Ozuna, Maluma, Shakira, Nicky Jam e Tyga.

Il gruppo ha dettato il ritmo della cultura pop arrivando a far confluire influenze ibride di hip-hop, pop ed elettronica già dal 1995, e ha inciso brani destinati a rimanere nella storia della musica contemporanea come LET’S GET IT STARTED e I GOTTA FEELING.

Osservando il pubblico in attesa sottopalco, è interessante notare come tra i fan ci siano bambini, giovanissimi, fino ad arrivare alle generazioni che hanno assistito dall’inizio al grandissimo successo dei Black Eyed Peas.

Quando è stata annunciata la data italiana proprio a Catania molti hanno pensato a uno scherzo e invece l’arrivo sul palco di will.i.am in bicicletta conferma che avere una band internazionale del calibro dei Black Eyed Peas è possibile e può essere il primo di una lunga serie di concerti di altissimo livello che vedremo arrivare in città.

Si parte con “Let’s Get It Started” e “Boom Boom Pow”, poi salutano il pubblico dicendo che è la prima volta per loro in Sicilia ed è fantastico.

Si va avanti con “RITMO (Bad boys for life)” seguita da “Mamacita”. Al grido di “vogliamo farvi impazzire” il pubblico si scatena sulle note di “Pump it”, seguita da un accenno di “Seven Nation Army” in omaggio all’Italia. “Abbiamo imparato a dire buonasera e buongiorno, grazie per essere venuti a festeggiare con noi la nostra prima volta in Sicilia.” Dopo “#thatpower” e “Scream & Shout” raccontano che da sempre gli viene consigliato di venire in Sicilia e ora che sono qui: “Woooooow, le ragazze in Sicilia sono così belle, wooooowwww!”

Si va avanti con uno degli ultimissimi successi della formazione “Don’t You Worry”, seguito da “Girl Like Me” e “The Time (Dirty Bit)”.

Si va verso il finale con il brano che tanti anni fa ci ha fatto innamorare dei Black Eyed Peas, il loro inno alla pace, che dedicano ad una persona tra il pubblico con la bandiera dell’Ucraina, insieme a tutti i sognatori che combattono per un mondo migliore: “Where is the Love?”

Ancora parole di apprezzamento per la Sicilia, che definiscono bellissima e poi si va verso il finale con “Meet me Halfway” e “I Gotta Feeling”, a chiusura del quale si rompono i pantaloni di will.i.am tra le risate generali, membri della band compresi.

Un concerto spettacolare, con effetti speciali e tantissimo calore da parte del pubblico.

Speriamo che questo sia solo l’inizio.

Report a cura di Egle Taccia

Foto di Ilenia Bontempo

Autore dell'articolo: Egle Taccia

Egle è avvocato e appassionata di musica. Dirige Nonsense Mag e ha sempre un sacco di idee strambe, che a volte sembrano funzionare. Potreste incontrarla sotto i palchi dei più importanti concerti e festival d'Italia, ma anche in qualche aula di tribunale!