Connect with us

Hi, what are you looking for?

No Book

No Book – “Anche gli alberi bruciano” di L. Ghinelli: la ribellione di Michele

Anche gli alberi bruciano, edito da Rizzoli, è l’ultima fatica di Lorenza Ghinelli, giovane ed eclettica scrittrice riminese già autrice di “Il Divoratore”, “La Colpa”, “Con i tuoi occhi”, “Sogni di sangue” e “Almeno il cane è un tipo a posto”.  Dopo un master in Tecniche della narrazione alla Scuola Holden di Torino, intraprende un variegato cammino di formazione dal web design ad una laurea in Scienze della Formazione, lavora come editor e sceneggiatrice e continua a scrivere. Attualmente vive a Rimini dove si occupa di scrittura a 360° come freelance.

Il lungo racconto di Lorenza Ghinelli percorre gli ultimi giorni di scuola di Michele, sedicenne riminese, con le vicissitudini quotidiane di ogni adolescente, fino a che un evento improvviso ed imprevisto lo metterà davanti a delle scelte importanti e decisive per capire che tipo di uomo vorrà essere.

Un rientro anticipato a casa gli farà scoprire la relazione clandestina del padre, docente universitario, con una delle sue studentesse.

Da qui parte il senso di colpa verso la madre ignara, la ricerca del sostegno del nonno malato d’Alzheimer, il bisogno della vicinanza di Vera, compagna di classe ripetente, attraente e sfuggente, il distacco dagli amici del judo, la distanza da una scuola che chiede solo bei voti. Tutto questo lo porterà ad una fuga, breve ma rocambolesca, in cui dovrà fare i conti con i limiti dovuti alla malattia del nonno, con la violenza, con i difetti di genitori, che altro non sono se non esseri umani fallibili.

Poi la situazione volgerà ad un lieto fine, che troppo felice non è, ma che porterà comunque maggiore tranquillità e speranza nel presente.

Proprio nelle ultime pagine si svelerà il senso del titolo.

Tutte le vicende sono narrate da Michele, il protagonista, con il suo linguaggio. La sua “carne viva” si incontra e scontra con vicende che possono leggersi tutti i giorni nelle pagine di cronaca di qualsiasi quotidiano locale.

È libro che si legge facilmente e velocemente, grazie alla bravura della scrittrice, che riesce a calarsi nei panni di Michele ed a parlare con la sua voce.

 

Advertisement. Scroll to continue reading.

Recensione a cura di Merilisa Canali

 

 

 

Written By

Nata per caso negli anni Settanta del ventesimo secolo, ha presto capito che leggere era il migliore dei vizi ed un rifugio sicuro dalle intemperie della vita, nonché un prodigioso mezzo di trasporto per viaggi interplanetari.

Seguici su Facebook

Leggi anche:

No Book

Un libro appassionato, familiare ed ironico come la sua terra, l’Emilia, travolgente come il gusto del lambrusco, genuino come la pasta fatta in casa...

No Book

30 aprile 1945. Berlino, Germania. Adolf Hitler muore: un suicidio, forse. Un omicidio, secondo altri. La data segna la fine di un’epoca. Almeno, in...

No Book

MARCO LIGABUE PRESENTA IL SUO PRIMO LIBRO “SALUTAMI TUO FRATELLO” Cronache spettinate di un rocker emiliano IN LIBRERIA E NEGLI STORE ONLINE DALL’8 APRILE...

No Book

Scrivere nella narrativa così come nella poesia di rinascita interiore e, quindi, per conseguenza, di senso della vita, resta indubbiamente uno degli argomenti più...

Advertisement