Connect with us

Hi, what are you looking for?

Animatronic
Animatronic
Animatronic

No Review

Animatronic, registrazioni selvaggiamente ragionate [Recensione]

I fratelli Ferrari sono due grandi musicisti, assolutamente incapaci di tenere le mani in mano, ed il progetto Animatronic (“animali meccanici”) ne è l’ulteriore conferma: facendo seguito alle esperienze del 2018 con Dunk (per Luca) e I Hate My Village (Alberto), i fratelli bergamaschi si trovano insieme per l’ennesimo progetto in attesa di tornare finalmente ad ascoltare un nuovo lavoro targato “Verdena”. Il progetto, a dire il vero, vede come protagonista Luca dietro alle pelli insieme al chitarrista Luca Worm Terzi ed al percussionista Nico Atzori (alle prese anche con il basso), con Alberto “relegato” al’oscuro e prezioso compito di registrazione e mix presso gli Henhouse Studio.

La collaborazione di questi talenti ha fatto sì che, da quella che sembra a tutti gli effetti nata come semplice jam session, potesse prender vita un album più improvvisato ed inatteso rispetto a Dunk o IHMV, ma che certamente porta una ventata di freschezza e genio all’interno della scena rock italica. In questo mix di sonorità progressive e  math rock, nulla è lasciato al caso e quello che ci ritroviamo ad ascoltare sono 50 minuti di divagazioni sonore vorticose e caleidoscopiche: al di sotto di quella che di primo acchito può sembrare un’apparente disomogeneità, troviamo in realtà 15 brani molto ben ragionati e godibili sia ascoltati singolarmente, sia soprattutto nel loro insieme, in quanto profondamente intrecciati nella loro essenza.

Il rock incontra il jazz, si stempera nel prog ed esplode a tratti in sfuriate metal o in un groove squisitamente funk. Un meltin’ pot di generi quello contenuto in “REC”, che non suona mai fine a sé stesso né risulta funzionale ad un’opera di autocompiacimento: gli Animatronic hanno affilato i propri strumenti non tanto per realizzare una sfida fra musicisti in studio, quanto per affrontare insieme un duello improvvisato con la musica in generale, che gli ha consentito di trovare da subito una propria personalità ed una cifra stilistica consistente.

Nato forse come divertissement, “REC” è un album in cui l’ispirazione ed il talento hanno consentito agli Animatronic di trovare la formula giusta per dar vita ad un lavoro di classe, apprezzabile nella sua ricchezza sonora tanto dai musicisti “colti” quanto da un pubblico più avvezzo al rock ben suonato.

 

 

Written By

Seguici su Facebook

Leggi anche:

No Report

Pochi giorni fa Appino ha pubblicato un nuovo singolo dal titolo “Le vecchie maniere”, un brano dove l’artista ci regala un altro spaccato di...

No Press

Più di 210.000 mila partecipanti in due giorni, di cui oltre 32.000 ai principali stage live, e boom dei social di Radio Deejay, con...

No Press

Sananda Maitreya,  cantautore e polistrumentista statunitense, ha pubblicato lo scorso 11 maggio il suo tredicesimo album The Pegasus Project: Pegasus & The Swan per TreeHouse Publishing. Il nuovo lavoro,...

No Press

Beach Fossils, Nation of Language, Tkay Maidza e No Windows sono i nuovi act che si aggiungono alla line up della 27ª edizione di...