No Press – Ypsigrock 2019: la line-up si arricchisce di nuovi nomi

YPSIGROCK FESTIVAL È FELICE DI ANNUNCIARE

BALOJI
ALBERTO FORTIS
LA RAPPRESENTANTE DI LISTA
DOPE SAINT JUDE
(DEBUTTO e UNICA DATA ITALIANA)
BOY AZOOGA
(DEBUTTO e UNICA DATA ITALIANA)
PICK A PIPER
(UNICA DATA ITALIANA)
FREE LOVE
(DEBUTTO e UNICA DATA ITALIANA)
MOKADO
(DEBUTTO e UNICA DATA ITALIANA)
che si aggiungono a
THE NATIONAL (UNICA DATA ITALIANA) SPIRITUALIZED,
DAVID AUGUST
(UNICA DATA ITALIANA), WHITNEY (UNICA DATA ITALIANA), LET’S EAT GRANDMA (UNICA DATA ITALIANA),
FONTAINES D.C. (DEBUTTO e UNICA DATA ITALIANA), WHISPERING SONS (UNICA DATA ITALIANA) e WWWATER (DEBUTTO e UNICA DATA ITALIANA)
MOLINARI SI CONFERMA MAIN SPONSOR
DEL BOUTIQUE FESTIVAL DELL’ESTATE ITALIANA
3-day pass, day ticket e camping pass disponibili sui circuiti
Vivaticket, Festicket e LiveTicket
Nel panorama dei festival estivi di tutta Europa Ypsigrock dal 1997 è una delle certezze assolute per continuità, ricercatezza, esclusività e per la sua proposta a misura d’uomo che mette in scena una Sicilia che non ti aspetti, intima e lontana dagli stereotipi. La 23ª edizione del boutique festival dell’estate italiana, che vanta già l’esclusiva data italiana dei National in veste di headliner, aggiunge oggi al suo cast anche Baloji, Dope Saint Jude, Free Love, MOKADO, La Rappresentante di Lista e Pick a Piper che si uniscono a Spiritualized, David August, Whitney, Let’s Eat Grandma, Fontaines D.C., Whispering Sons e WWWater già annunciati negli scorsi mesi.
Baloji, rapper belga di origine congolese, è tra i più innovativi della scena hip hop internazionale. Il suo sound, composto da sonorità moderne e attuali che si alternano ai ritmi del continente africano, fa da tappeto a testi in cui i temi trattati sono l’amore, la solidarietà e la fratellanza. Nato a Lubumbashi nel 1978, si è trasferito a Ostenda, in Belgio, con il padre all’età di tre anni. Dopo aver sviluppato una passione per l’hip-hop francese, nel 1995 con il moniker MC Balo entra nel collettivo Starflam che lascia, per divergenze con altri componenti nel 2004 quando decide di iniziare la carriera solista come Baloji. Nel 2008 pubblica il suo primo album “Hotel Impala”, ma è “Kinshasa Succursale”, pubblicato nel 2011, che gli dà una maggiore visibilità internazionale e a cui segue, nel 2015, “64 Bits and Malachite”. Nel 2018 ha pubblicato “137 Avenue Kaniama” un mix di rap e rumba congolese, giudicato come uno dei dischi più belli dello scorso anno.
Alberto Fortis quest’anno festeggia il quarantennale di carriera costellato da 16 album, 2 cd live, oltre un milione e mezzo di copie vendute, un disco di platino e due d’oro. Ha collaborato con artisti illustri come George Martin (produttore dei Beatles), Carlos Alomar (produttore di David Bowie), la London Philarmonic Orchestra, PFM (Premiata Forneria Marconi), Claudio Fabi, Lucio Fabbri, Gerry Beckley (degli America), Bill Conti, Guido Elmi e l’Orchestra Sinfonica Arturo Toscanini. I concerti e il contatto diretto con il pubblico sono punti di forza della sua carriera, tanto nelle esibizioni per pianoforte e voce, quanto nei concerti con formazioni musicali complete; Alberto suscita entusiasmo e partecipazione nel pubblico più eterogeneo. Nel 2018 ha pubblicato “Alberto 4Fortys”, un doppio cd che ripercorre tutta la sua carriera, al quale si sono aggiunti il suo primo album in edizione speciale e l’inedito “I Love You” entrambi in formato LP vinile 33 giri. Mentre tra poco più di un mese uscirà il suo nuovo singolo “MamaBlu”.
La Rappresentante di Lista è un progetto musicale nato nel 2011 a Palermo dall’incontro tra la cantante toscana Veronica Lucchesi e il chitarrista palermitano Dario Mangiaracina nel corso di un laboratorio teatrale. Sin dal principio, la verve creatrice del duo si concentra nella scrittura di canzoni ispirate ai sentimenti comuni dal quale traspare il lato femminile da cui scaturisce il primo album, “(Per la) Via di Casa” pubblicato dall’etichetta Garrincha Dischi e prodotto da Roberto Cammarata, inserito nella lista dei migliori dischi d’esordio alle Targhe Tenco. Durante il primo tour, Dario e Veronica iniziano a scrivere il secondo disco “Bu Bu Sad” (che sarà pubblicato nel dicembre del 2015 sempre per Garrincha Dischi) strutturando quella che sarà la loro cifra stilistica: una scrittura fortemente visionaria e una sintesi tra cantautorato e sonorità elettroniche. Il duo diventa una band con gli ingressi di Enrico Lupi, Marta Cannuscio ed Erika Lucchesi, sorella di Veronica e, dopo un’intensa tournée, La rappresentante di Lista inizia la produzione del terzo album, per il quale fa il suo ingresso nella band anche il batterista Roberto Calabrese. L’incontro con il produttore Fabio Gargiulo riporta la band a Milano, dove si definisce la scrittura e la creazione di “Go Go Diva”, pubblicato lo scorso dicembre per Woodworm.
Boy Azooga è il progetto musicale che ruota attorno alla figura del musicista gallese Davey Newington. Dopo diverse esperienze come batterista in diverse band gallesi, Newington, che proviene da una famiglia di strumentisti che hanno influenzato la sua formazione musicale, ha dato vita ai Boy Azooga avvalendosi del supporto degli amici strumentisti Dafydd Davies, Dylan Morgan e Sam Barnes. Nel 2018 è uscito il primo irresistibile album “1, 2 Kung Fu” che ha riscosso molto successo tra critica e pubblico: l’idea era quella di fare un album mixtape dove celebrare diversi stili musicali, a volte contrastanti, riscontrabili nei tanti variegati richiami (dal funk all’elettronica, dal dream pop alla psichedelia anni 60) che mettono in evidenza la grande passione per la musica di Newington. Il risultato è un album dirompente, eccentrico e incalzante. Anche loro debutteranno per la prima volta in Italia a Ypsigrock.
Brad Weber, producer e percussionista canadese nonché storico batterista di Caribou, è l’anima di Pick A Piper, un progetto di musica elettronica sperimentale nato nel 2013, insieme ad Angus Fraser e Dan Roberts, considerati tra i migliori esponenti della scena musicale di Toronto. Il loro sound è emozionale ed affascinante e combina synth, trame pop, percussioni poliritmiche, musica dance, atmosfere ambient e loop melodici, muovendosi tra rivisitazioni afrobeat, new cumbia, funk di ispirazione orientale ed elettronica contemporanea. Dopo l’omonimo album d’esordio del 2013, del quale è stata pubblicata anche una versione Remix (con la partecipazione di Caribou, The Ruby Suns, Teen Daze, Sun Glitters, Rachel Boyd, Koloto), Pick a Piper ha pubblicato una serie di singoli e nel 2017 il secondo album “Distance”.
I Free Love sono un duo synth pop sperimentale scozzese formato da Suzanne Rodden e Lewis Cook ed è la continuazione, in nuove forme e in un nuovo stadio, degli Happy Meals, il loro primo progetto musicale nato nel 2014 nel Green Door Studio, il leggendario Hub musicale di Glasgow. Il duo ha raggiunto la consacrazione internazionale l’anno successivo con l’album Apèro’ e con le trascinanti esibizioni dal vivo a supporto dei Flaming Lips e dei Liars. Nel maggio del 2018, con il singolo “Synchronicity”, debuttano come Free Love e il sound diventa un mix di synth-pop carismatico e post punk che si svela nella sua interezza nell’album “Luxury Hits”, che in versione live assume un’energia imprevedibile in grado di trascinare il pubblico in set selvaggi ed eccitanti. Debutteranno per la prima volta in Italia a Ypsigrock.

www.ypsigrock.it

 

 

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. 

Il contenuto non è un articolo scritto dalla redazione di Nonsense Mag.

Autore dell'articolo: Fabio Rezzola

Avatar