Chrysta Bell

No Review – Feels Like Love: l’ultimo album di Chrysta Bell, l’aliena che ha conquistato David Lynch

Lo scorso 5 aprile è uscito il quarto album di Chrysta Bell, già modella, attrice e cantante statunitense nonché musa di David Lynch che l’ha definita “la più bella aliena mai vista.”

 

Chrysta Bell David LynchCon quest’album, che contiene alcune tracce tratte dall’EP “Chrysta Bell” del 2018, la conturbante cantante texana conferma il percorso di emancipazione dal suo guru e mentore David Lynch e dalle atmosfere rarefatte ed evanescenti tipiche del dream pop e dell’electro-blues lynchiani alla Julee Cruise per approdare a sonorità disco-pop e new wave anni ’70 più aggressive ma anche più commerciali, senza tuttavia perdere quell’aura onirica e noir che ha caratterizzato la produzione della cantante fino ad oggi.

 

Il disco si apre con Tonight we rise, un pezzo molto orecchiabile decisamente post punk.

L’album prosegue poi con la tilte track Fells like love che è un pezzo molto ben suonato e molto ben bilanciato in cui si intrecciano parti post-punk con parti space-disco anni ’70, nel cui ritornello sembra sentire ‘Temptation’ dei New Order. La stessa cantante ha dichiarato che questa canzone è la combinazione di almeno 4 tracce diverse e che completare il pezzo è stato come aver risolto una specie di rebus che apre una porta segreta d’ingresso alla discoteca.

Red Angel è un pezzo di 8 minuti e mezzo che congiunge una base di chitarra psichedelica al dream pop onirico della voce di Chrysta Bell.

Everest e Do You Think You Could Love Me – ma anche Vanish – sono pezzi da radio, molto pop e decisamente più commerciali, mentre 52 Hz evoca le sonorità dei Siouxsie and the Banshees con un testo profondo ed allegorico ispirato alla balena 52-hertz, unico esemplare capace di emettere suoni con questa frequenza e quindi considerato come il più solitario al mondo.

Time Never Dies è una ballata che omaggia lo stile James Bond e 007, più legata al dream pop di We Dissolve e delle collaborazioni musicali con David Lynch.

Blue Rose è un pezzo dream pop oscuro ed onirico che canta l’amore cosmico ed è la tipica canzone da scena finale di una puntata della serie Twin Peaks.

La bonus track Undertow è una ballata notturna ed oscura che evoca atmosfere dark alla Chelsea Wolfe.

 

Feels like love è un disco di prove tecniche di evoluzione della musa Chrysta Bell dalle influenze di David Lynch e dal genere dream pop in generale per la ricerca di un’identità personale forte che vira verso le sonorità più aggressive e sperimenta territori più psychedelic rock.

Mariafrancesca Calabrini

Autore dell'articolo: francesca calabrini

francesca calabrini
Ragazza con un debole per le cause perse e una passione per la musica.