Connect with us

Hi, what are you looking for?

No Report

Shout Out Louds live @ Arena del Lago, Modena [Report]

Un tempo, la festa dell’Unità di Modena era meta di molti amanti della musica indipendente e alternativa: nell’ultimo periodo, anche prima della pandemia, non è stato un periodo favorevole.
Tuttavia, quest’anno, l’Arena di Ponte Alto decide di portare qualche artista più importante, del panorama straniero, che fa pensare al proprio pubblico che forse Modena non è solo il festival del cibo 365 giorni all’anno.
La proposta musicale della città, in particolar modo negli ultimi dieci anni, ha avuto un declino indicibile: locali che cambiano continuamente gestione, oppure chiudono definitamente; generi non propriamente favorevoli per chi ascolta un certo tipo di musica o ha intenzione di scoprire qualcosa di nuovo.
Per sentire e vivere un concerto, è inutile: bisogna spostarsi.
Non questa volta però: in questo fresco 1 settembre sale sul palco dell’arena del lago un gruppo simbolo di quella indie rock \ indie pop sbarazzina dell’annata 2005 circa, che ha fatto ballare e sognare una o due generazioni, tra cui la mia, i cui maggiori esponenti, per l’appunto dai 30 anni in su, raggiungono la terra di cibo e motori da più zone del Bel Paese.
Ci volevano gli Shout Out Louds, da Stoccolma e all’attivo dal 2003, a riportare un po’ di gentaglia a Modena per un concerto.
Sono passati molti anni dal primo e ultimo concerto visto della band capitanata da Adam Olenius: tantissime sono le lacune, forse ho lasciato per strada 3 dei 6 album realizzati dalla band svedese, ma non mi sono dimenticata di loro e di quel fantastico esordio “Howl Howl Gaff Gaff”.
Gli Shout Out Louds sono una di quelle band dal tocco malinconico e nostalgico che ti riportano indietro fino ai primi anni di università, quando si verificano i cambiamenti più significativi della vita: all’epoca non me ne rendevo conto e con questa band ho attraversato serate spensierate di cui ricordo poco \ nulla per i fiumi di alcol e i vari festini che si sovrapponevano.
Questa sera, però, la situazione è completamente differente: mi ritrovo faccia a faccia, circa quindici anni dopo dal primo ascolto, con questa band “invecchiata” quanto me e che vuole coprire questo pop danzereccio, appassionato e armonioso, proprio con queste tracce di malinconia del “ti vorrei, ma il nostro è un amore impossibile”.
Gli Shout Out Louds, diciamocelo, per certe situazioni di cuore lasciano un po’ con l’amaro in bocca.
La loro esibizione, inizialmente, sembra essere più spenta, ma con tracce come “The Comeback”, “Please Please Please”, “Very Loud”, con dedica a “Waterfall” degli Stone Roses nell’ultima strofa, o la classicona da abbraccio a chi vuoi bene “Impossible”, la band sembra risvegliarsi da un piccolo torpore improvviso e ci dedica una serata ricca di bei ricordi.
Alle volte più rumorosi, altre volte con qualche synth, la presenza di riferimenti vocali che fanno pensare immediatamente a Robert Smith dei Cure, oppure sensazioni più “dreamy”: il live degli Shout Out Louds ripercorre tante emozioni, ricordi, momenti che avevo messo da parte per un po’, ma che sono rimasti lì e che con la loro musica, in maniera estremamente positiva, finalmente si sono risvegliati.
Divertenti, riflessivi, competenti e coinvolgenti: ritornare per più di un’ora in quegli anni dove la Indie Pop era quella del 2005 (o anche prima), e non quella commerciale che viene ascoltata da un pubblico completamente differente, è a dir poco straordinario.
Peccato, però, che ci si debba risvegliare.

Written By

Seguici su Facebook

Leggi anche:

No Press

BLACK EYED PEAS Il gruppo hitmaker vincitore di 6 Grammy Awards OSPITE INTERNAZIONALE MUSICALE DELLA SECONDA SERATA DEL 73° FESTIVAL DI SANREMO I BLACK EYED...

No Interview

In gara tra i Big del festival di Sanremo con “Non mi va” PER LA SERATA DEI DUETTI IL COLLETTIVO PORTERÀ SUL PALCO  ...

No Press

YPSIGROCK FESTIVAL 2023 SLOWDIVE PANDA BEAR & SONIC BOOM STILL CORNERS EKKSTACY JUST MUSTARD PLASTIC MERMAIDS and more TBA In esclusiva sulla piattaforma DICE...

No Interview

DiMaio IN RADIO E IN DIGITALE “PROMETTO” prodotto dal Maestro Carmelo Patti ONLINE IL VIDEO del BRANO https://youtu.be/hS9qcHN86zA realizzato dal regista Luigi Pingitore E’...