No Movie – “Ella&John”: il nuovo film di Paolo Virzì

Dopo “La Pazza Gioia”, Paolo Virzì torna nelle sale con “Ella&John – The Leisure Seeker” proiettato in concorso alla 74a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Il film è tratto dal romanzo del 2009 “The Leisure Seeker” di Michael Zadoorian e tradotto in italiano “In viaggio contromano” edito da Marcos y Marcos.

Ella (Hellen Mirren) e John (Donald Sutherland) sono una coppia di ottantenni, marito e moglie, che intraprendono un viaggio on the road da Boston a Key West dove visiteranno la casa di Hemingway di cui John è appassionato. Entrambi malati, lui di disturbi della memoria e lei di cancro, affrontano gli ultimi giorni insieme facendo ciò che hanno sempre fatto: viaggiare sul Leisure Seeker, un vecchio camper del 1975 non revisionato, e stare insieme. Tutto questo all’insaputa dei figli, Will (Christian McKay) e Jane (Janel Moloney), piuttosto preoccupati.

Nonostante la bravura dei due grandi attori nel far trasparire quell’amore semplice e assoluto, resistente alla vita, l’impressione è quella di un Virzì trattenuto, non il solito maestro nel dosare comicità e drammaticità. L’America ha raffreddato la bellezza spontanea de “La Pazza Gioia”, affievolito quel calore e quella visceralità propri del regista nell’affrontare temi tanto importanti. Le vicissitudini del viaggio non creano uno scarto così forte da suscitare coinvolgimento quanto la fotografia dei luoghi. È una tenerezza avvertibile, ma ancora lontana, quella percepita, salvo rari momenti come la visione delle diapositive raffiguranti ricordi di vita dei protagonisti e persone che ne hanno fatto parte. Un film a volte retorico per quanto riguarda il cinema di viaggio e la tradizione americana con un finale che ci si aspetta fin dalle prime scene.

 

Autore dell'articolo: Marianna Bottero

Marianna Bottero
Cuneese di nascita, torinese d'appartenenza. Frequento il biennio della scuola Holden di Torino. Mi occupo di storytelling come scrittura e fotografia. Dal 2011 scrivo di birra artigianale e ho collaborato con il mensile gustoSano, con Pam Local supermercati e con il portale online Giornale della Birra. Nel 2016 ho pubblicato "Guida all'apertura di un beershop" in collaborazione con Lelio Bottero. Adoro mangiare e bere bene, i gatti, la musica, i film documentario, Diane Arbus, Torino, la nebbia a Torino e camminare a piedi scalzi.