No Review – Alvaro Soler torna con un “Mar De Colores”

“Mar De Colores” è il nuovo album di Alvaro Soler, anticipato dal fortunatissimo singolo “La Cintura”, che ci ha fatto ballare per tutta l’estate e che ha ottenuto numerosi riconoscimenti sia in Italia che nel resto del mondo (è stato certificato DOPPIO PLATINO in Italia e ha raggiunto la Top5 di Earone, classifica dei brani più programmati dalle radio italiane, la posizione #2 della classifica FIMI GFK dei singoli più venduti in Italia e la Top5 della classifica di Spotify Italia. Il brano inoltre ha totalizzato oltre 133 milioni di stream su Spotify nel mondo e oltre 118 milioni di views per il video su Youtube).

Alvaro Soler

È proprio da “La Cintura” che parte l’ascolto dell’album, dall’anima latina ma dalle forti sfumature pop. Si prosegue con il brano mid tempo “Te Quiero Lento”, un elogio alla lentezza, al prendersi del tempo per conoscersi e innamorarsi. “Ella” è uno dei brani più spiccatamente latini dell’album e anche quello più sentito. “Puebla” è un pezzo trascinante sulle cui note è impossibile stare fermi. “Au au au” ci parla di amori pericolosi, mentre “Veneno” racconta una storia di passioni e tradimenti. L’album si trasforma su “Nino Perdido”, un lento che parla di solitudine e abbandono. “Yo Contigo Tu Conmigo” che tutti i fan di Cattivissimo Me 3 conosceranno bene, visto che fa parte della colonna sonora del film, è l’altra hit dell’album.

“Mar De Colores”, come dice lo stesso titolo, è un album dalle varie sfumature, che passa da brani più leggeri ad altri più introspettivi, raccontandoci le gioie e le delusioni di una storia d’amore pericolosa.

Alvaro Soler tornerà live in Italia il 9 maggio al Mediolanum Forum di Milano.

Recensione a cura di Egle Taccia

Autore dell'articolo: Egle Taccia

Egle Taccia
Egle è avvocato e appassionata di musica. Dirige Nonsense Mag, scrive per Qube Music e Lamusicarock e ha sempre un sacco di idee strambe, che a volte sembrano funzionare. Potreste incontrarla sotto i palchi dei più importanti concerti e festival d'Italia, ma anche in qualche aula di tribunale!