No Review – Kassie Afò, un EP fra tribalismi e modernità

Un’ibridazione intrigante, carica di un ritmo irresistibile e sensuale che ci conduce verso l’equatore fra l’Africa e Cuba, attraverso coinvolgenti beat elettronici e sonorità squisitamente tribali: è un progetto notevole e dalle grandi potenzialità, questo EP del producer Giulio Tosatti a nome Kassie Afò, monicker derivante dalle parole africane Kasse, ritmo della tribù guineana dei Malinke, e Afò, semplice quanto efficace esortazione traducibile con “suonalo!”.

Accompagnato dalla brava Saret – al secolo Sara Geroldi – che presta la sua delicata voce a tuti i cinque brani dell’EP, Tosatti, percussionista d’esperienza formatosi fra l’Africa e Cuba, dà vita ad un’opera ricca di motivi d’interesse, danze dai ritmi ipnotici ed ammalianti che rapiscono l’ascoltatore facendo provare sulla sua pelle i brividi di un’esperienza realmente sentita e vissuta in questi luoghi esotici così carichi di misterioso fascino e gioia di vivere.

Senza cadere negli stereotipi del genere e sfruttando una produzione di alto livello, capace di rendere appieno la ricchezza e fisicità del sound tribale unito ad ispiratissimi beat elettronici, il primo EP Kassie Afò è una piccola perla nel suo genere nonché un saggio di ritmo che nulla ha da invidiare alle più “stilose” produzioni apprezzabili in trasmissioni di culto come “Montecarlo Nights”.

Cinque brani da divorare e ballare in loop senza timor di noia, che ci hanno fatto scoprire un interessante talento che attendiamo al varco pregustando un LP che ne confermi fino in fondo le grandi potenzialità.

 

Tracklist

  1. Fortune Teller
  2. Kassie Afò – videoclip
  3. Dal Mar
  4. Tamb’Ahora
  5. Rek

 

 

Autore dell'articolo: Fabio Rezzola