No Press – Ortigia Sound System Festival: una quinta edizione da record

Oltre 13.000 presenze provenienti da oltre 40 Paesi diversi, 5 giorni di eventi, 7 palchi, 51 artisti provenienti da 17 Paesi con 8 debutti esclusivi. Si è conclusa domenica 29 luglio la quinta edizione dell’Ortigia Sound System Festival, il festival che ha saputo trasformare l’isola storica della città di Siracusa nel teatro della migliore ricerca sonora e artistica contemporanea.

Ortigia Sound System Festival cresce anno dopo anno, assieme al suo pubblico, sempre più numeroso, giunto sull’isola per 5 giorni di eventi diurni e notturni in cui i ritmi della tradizione mediterranea e le tendenze della musica contemporanea si sono incontrate attraversando i generi, gli stili e le nazioni.

5 giorni di emozioni inaugurati, mercoledì 25 luglio, dall’indimenticabile boat concert al tramonto realizzato in collaborazione con la Compagnia del Selene e il Gruppo Barcaioli dei Nouvelle Vague, in un golfo di Siracusa circondato dalla magia delle note della band francese, che ha incantato il pubblico presente con originali rivisitazioni in chiave bossanova di classici del pop e del rock come Just can’t get enough, Ever fallen in love e Teenage Kicks. Dalla barca al porto, la festa è proseguita all’opening party serale a cura di neubau eyewear con gli Stump Valley ai Fratelli Burgio al Porto.

Il boat concert è stato soltanto il primo dei tanti eventi in mare di questa quinta edizione di OSS, con ben 7 boat party realizzati in collaborazione con Carhartt e la Compagnia del Selene. Dal fondatore dell’etichetta francese Antinote Zaltan al gradito ritorno di Young Marco con un dj set di 4 ore, dall’esplosivo grime della giovane londinese Flohio allo showcase del duo coreano delle C’est Qui per Seoul Community Radio, dalle melodie di Suzanne Kraft all’energia dirompente di Mim Suleiman, fino all’appuntamento finale di !K7 Records con Dj Seinfeld e la sua nuova compilation per Dj Kicks, i boat party si sono confermati tra gli eventi più amati dal pubblico.

Sul Crack Magazine Stage all’Antico Mercato e sul main stage al rinnovato Maniace-Ortigia, si sono alternati sul palco artisti di fama internazionale come gli Hot Chip, per la prima volta in Italia con il nuovo progetto “Hot Chip Megamix”, James Holden & The Animal Spirits, Omar Souleyman, Kamaal Williams ed Erlend Øye, protagonista di un emozionante set acustico al tramonto. Per il pubblico più instancabile sono stati ben 2 quest’anno gli after party targati Quba Sbagliato organizzati nel verde delle campagne siracusane nella suggestiva location del KM0, con l’accoppiata Deena Abdelwahed-Call Super e lo showcase dell’etichetta londinese Whities con Tasker e Bwana.

Dal giovedì al sabato, ad animare il mercato rionale di Ortigia fin dal mattino è tornato il truck itinerante di Automat Radio, la webradio di Emporio Armani, mentre al tramonto sull’esclusiva Terrazza Holy vista Duomo, punto di incontro fra artisti, media e addetti ai lavori, hanno invece trovato spazio i più interessanti nomi della scena elettronica siciliana come Kassiel, E.L.I.O. e Gropina.

Ortigia Sound System Festival 2018 è un evento che nella musica vede un linguaggio universale in grado di reinventare le relazioni umane e creare nuove comunità, una festa capace di trasformare, per cinque giorni, la storica isola Patrimonio Unesco nel luogo d’incontro per una comunità internazionale di spettatori, musicisti, giornalisti e artisti provenienti da ogni angolo del mondo. Una festa a tutto tondo fin dal concept iniziale, con l’omaggio alla tradizione delle feste siciliane attraverso il concept grafico dedicato alla festa dei Giudei della Settimana Santa di San Fratello (Messina). Questa tradizione si è fusa con la contemporaneità del festival con una mostra e uno show che ha visto protagonisti proprio i “giudei” di San Fratello. Con il suono delle trombe della loro Fanfara, i Giudei hanno invaso a sorpresa i vicoli e le piazze di Ortigia, con un piacevole effetto di straniamento di abitanti, visitatori e turisti accorsi in massa per seguire la parata.

A rendere ancora più speciale l’atmosfera di OSS ha contribuito il light designing dei Quiet Ensemble, capaci di integrare tecniche e strumenti diversi, luce, suono, immagini.

In questa quinta edizione Ortigia Sound System Festival ha iniziato anche un percorso di sostenibilità. Grazie al prezioso contributo di Acqua San Bernardo, ha promosso il riciclo della plastica all’interno dell’area del Maniace-Ortigia tra il pubblico e lo staff.

Ortigia Sound System Festival 2018 è un progetto di Accademia Euro Afro Asiatica del Turismo e Kadmonia, con il patrocinio di Regione Sicilia e Comune di Siracusa.

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Il contenuto non è un articolo scritto dalla redazione di Nonsense Mag.

Autore dell'articolo: Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone
Edward Agrippino Margarone nasce a Caltagirone il 13 Giugno 1990. Cresce a Mineo dove due grandi passioni, Sport e Musica, cominciano a stregarlo. Il suo nome è sinonimo di concerto tanto che se andate ad un live, probabilmente, è lì da qualche parte. Suona il basso ed è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni.