NO PRESS – Fil Bo Riva ridefinisce la contemporaneità della musica indie con Beautiful Sadness

Trainato dal sognante singolo “L’impossibile”, il cantautore romano cresciuto fra Irlanda e Berlino pubblica l’album d’esordio su etichetta Artist First.

 

Fil bo Riva è un giovane Dorian Gray che ha fatto un patto con la musica per renderla giovane in eterno. Il ventiseienne che ha già acquisito buoni consensi europei, tenta infatti l’entrata in scena nell’arduo territorio italiano con un gioliellino musicale che profuma di passato ma dal forte gusto di presente. “Beautiful Sadness”, debut album pubblicato il 22 marzo, è un mix fra un progetto da artista solista e un prodotto da band (fondamentali sono infatti le figure del produttore Robert Stephenson e del chitarrista Felix A. Remm). In un periodo storico in cui risulta essere sempre meno elitaria la possibilità di non rinchiudersi all’interno di uno stereotipo di genere o di tempo, Filippo Bonamici (questo il suo nome all’anagrafe), ridefinisce i confini dell’indie di stampo internazionale donandogli un imprinting vintage colorato di anni ‘60 che lo battezza come artista pronto a guadagnarsi un solido trono all’interno della nuova musica emergente.  In particolar modo questo eclettismo atemporale prende forma nel singolo “L’impossibile”, l’unico dal ritornello in lingua italiana, dove un’eleganza autoriale e melodica che ricorda quasi Luigi Tenco, si mescola ad un pop-rock elettronico assolutamente attuale e contemporaneo.

Durante il mini live acustico di presentazione tenutosi negli uffici di Artist First, label italiana che lo supporta, Fil Bo Riva e il suo chitarrista si sono destreggiati in un duetto voce-chitarra che ha incantato il pubblico presente attraverso l’esecuzione dei brani Go Rilla, dal ritmo indie sincopato che fa subito hit catchy, Time Is Your Gun, ballade romantica e surreale, Killer Queen, unico pezzo appartenente ad un precedente Ep dal fascino suadente e sinuoso, ed infine la splendida “L’impossibile”.  Da segnalare è inoltre la vocalità dalla forza emotiva diretta e priva di filtri che non nasconde però una fragilità coraggiosa trasformata assolutamente in un punto di forza vincente del songwriter.

Siamo sicuri che questo giovane, ma già ben strutturato, artista di belle speranze riuscirà a prendersi presto con merito una posizione in prima linea sia nel mercato industriale musicale italiano che all’interno dei cuori di chi l’ascolta. Tenetelo d’occhio.

 

 

Autore dell'articolo: Flavia Cino

Avatar