No Review – “Heartbreak”, la dolce crudeltà degli Unloved

Sembrano davvero dei personaggi usciti da un film di David Lynch, gli Unloved: l’enigmatico trio, composto dalla sofisticata cantante Jade Vincent ed i produttori Keefus Ciancia e David Holmes (già molto attivi nell’ambito delle soundtrack per cinema e tv), è difatti tornato sulle scene con “Heartbreak”, un’opera dal forte taglio cinematografico che vuole portare gli ascoltatori indietro nel tempo, in quelle atmosfere fumose e sensuali tipiche dei film noir fra gli anni ’50 e ’60 rievocate dalla sensualissima ed allo stesso tempo sinistra voce di Jade, ben calata nel ruolo della femme fatale tanto pronta a sedurre quanto a uccidere.

Atmosfere da un lato classiche dunque, che si uniscono tuttavia a quel tocco di disturbante e stridente dissonanza tipica dell’immaginario lynchiano, facendo sì che “Heartbreak” non sia solamente un disco dal forte gusto retrò, ma piuttosto un’opera ricca di forti suggestioni  contemporanee nate da un sapiente uso dell’elettronica, che porta la voce di Jade – straniante e seducente sirena calata in un romanzo pulp – e l’ascoltatore stesso in una dimensione senza tempo, dove il sentimento indiscusso protagonista di questi tredici brani si accompagna costantemente ad una sensazione di pericolo imminente.

Sono brani ammalianti dal taglio ora pop, ora dark, ora addirittura psichedelico, che sanno catturare l’ascoltatore non solo con la voce e l’atmosfera, ma anche grazie alla raffinatezza degli arrangiamenti ed alla ricchezza di suoni: melodie perfette e accattivanti alle quali è impossibile resistere, iniziando a camminare sul filo del rasoio in sprezzo al senso di pericolo imminente.

Sarà amore o morte, ciò che troveremo alla conclusione di questo cammino in mezzo alla nebbia e all’oscurità di “Heartbreak”? Difficile dirlo, tuttavia una certezza l’abbiamo e consiste nel dirvi che il vero delitto sarebbe non lasciarsi affascinare dalle suadenti melodie degli Unloved.

Tracklist:

  1. Heartbreak
  2. Remember
  3. Love
  4. (SIGH)
  5. Bill
  6. Devil’s Angels
  7. Lee
  8. Danger
  9. Fail We May, Sail We Must
  10. Love Lost
  11. Crash Boom Bang
  12. Boy And Girl
  13. If

Autore dell'articolo: Fabio Rezzola

Avatar