[Speciale Sanremo] – Francesca Michielin e Fedez “Chiamami per nome”

FRANCESCA MICHIELIN E FEDEZ

“CHIAMAMI PER NOME”

Dopo il trionfo di Magnifico

insieme al Festival di Sanremo

 

 

FRANCESCA MICHIELIN E FEDEZ parteciperanno alla 71° edizione del Festival di Sanremo, in gara nella categoria Campioni con il brano “Chiamami per Nome”.

Il brano, scritto da Federico Lucia, Francesca Michielin, Davide Simonetta, Alessandro Mahmoud, Alessandro Raina e prodotto da d.whale, segna il ritorno dei due artisti nuovamente insieme dopo i successi di “Magnifico” e “Cigno Nero”.

Fedez calcherà il palco del Festival di Sanremo per la prima volta. Dopo una pausa dalle scene musicali, l’artista è tornato nel 2020 con il singolo doppio platino “Bimbi per strada” e “Bella Storia”, certificato platino.

Pochi giorni fa Francesca Michielin e Fedez hanno incontrato la stampa per presentare il nuovo brano.

Sono talmente agitata che stanotte per rilassarmi ho guardato le interviste di Totti, che mi rilassano tantissimo. Sono emozionata di tornare a Sanremo e di farlo con Federico, perché ci siamo ritrovati dopo tantissimi anni, quasi una decina da quando abbiamo iniziato a lavorare per la primissima volta con “Cigno Nero”, incontrandoci virtualmente in questo 2020 duettando dai balconi. Dopo l’emozione di questo incontro, abbiamo deciso di tornare a lavorare insieme. La mia prima volta a Sanremo è stata un’emozione pazzesca, questa volta la vivrò come un’esperienza nuova, perché è un Sanremo molto particolare.” Francesca Michielin

 

Fedez non nasconde l’emozione di ritrovarsi a Sanremo per la prima volta, spiegando che tutto per lui è abbastanza nuovo e che sta scoprendo le ritualità di questa grande tradizione italiana. “Primo Sanremo per me, ansietta ovviamente, ma c’è la voglia di vivere tutto quello che questa esperienza può dare. Non ho in mente nessun tipo di progetto discografico che verrà proposto nell’immediatezza, proprio perché avevo l’esigenza di vivere questo momento senza il corollario di altri impegni.”

 

Si sofferma anche a spiegarci come è nato “Chiamami per nome”, brano che porteranno a Sanremo: “Ci siamo ritrovati più o meno casualmente, abbiamo deciso di provare a fare delle sessioni in studio. Per me è stato davvero un momento di socialità importante, anche solo darsi l’appuntamento su Zoom con Francesca e Mahmood e poi vedersi tutti in studio, è stata una boccata di ossigeno in un momento in cui la routine stava diventando davvero pesante.”

 

Mentre Fedez non ha progetti all’orizzonte, Francesca Michielin sarà impegnata in un nuovo podcast e pubblicherà il 5 marzo FEAT (Fuori dagli spazi), l’evoluzione del progetto discografico FEAT (Stato di natura). Un disco in continua evoluzione che cresce e si arricchisce per raccontare la bellezza dell’incontro, attraverso l’unione di artisti e amici di generi diversi, in un importante progetto collettivo.

“Chiamami per nome” è una canzone che mi emoziona molto, non mi succede automaticamente, ma in questo caso, anche durante le prove con Federico, mi viene la lacrimuccia. In questo pezzo c’è una consapevolezza diversa, un’evoluzione sia dal punto di vista testuale che musicale. È un brano d’amore più trasversale e abbiamo deciso di proporre una struttura un po’ differente, anche con un arrangiamento minimale, aggiungendo il Korg M1 come coperta di Linus, con un suono in particolare, lo 00 che è “Universe”, il suono della mia infanzia con cui giocavo da piccola. Con l’orchestra ci siamo emozionati tantissimo. Francesca Michielin

Entrare in una stanza con 60 persone già di per sé, in questo momento, è un’emozione. Non avevo mai suonato con un’orchestra completa. Le prove sono andate bene, ho scoperto il rito dell’applausino, anche se ho la sensazione che l’hanno fatto a tutti per educazione. La parte di testo del brano, la mia strofa, affronta le tematiche d’amore, ma riflette anche un po’ le insicurezze del momento. Soprattutto nelle parti in cui duettiamo insieme, vivo il grande privilegio della speranza. Fedez

 

A cura di Egle Taccia

Autore dell'articolo: Egle Taccia

Egle Taccia
Egle è avvocato e appassionata di musica. Dirige Nonsense Mag e ha sempre un sacco di idee strambe, che a volte sembrano funzionare. Potreste incontrarla sotto i palchi dei più importanti concerti e festival d'Italia, ma anche in qualche aula di tribunale!