No Report – Dead Can Dance, ineffabile bellezza

È un pubblico da grandissime occasioni quello che incontriamo la sera del 27 maggio 2019 al Teatro degli Arcimboldi di Milano, e non potrebbe essere diversamente: quarant’anni di carriera rappresentano una tappa formidabile per un percorso artistico, ed il fatto che a festeggiare un così importante anniversario sia un duo unico nel suo genere come […]

No Review – Da Beirut a “Gallipoli”, prosegue il viaggio musicale di Zach Condon

Nasce da un viavai di partenze e ritorni “Gallipoli”, quinto album di Beirut/Zach Condon: da un lato il ritorno dell’organo Farfisa con cui aveva composto i primi album, finalmente trasportato dalla nativa Santa Fe alla nuova casa di New York, dall’altro una serie di viaggi a Berlino e in una splendida Puglia che ha stregato […]

No Review – Deerhunter, la gentile alternativa pop

I quattro anni passati da “Fading Frontier” sono stati un’attesa assai ben ripagata, perché il ritorno dei Deerhunter rischia di concretizzarsi in uno dei più interessanti album dell’intero 2019, se non con ogni probabilità il loro migliore full length in una già corposa discografia di 7 album e svariati EP. Provenienti dallo stato della Georgia […]

No Song – Medicine Bottle (Red House Painters)

La depressione, in musica, può manifestarsi sotto diversi aspetti. C’è chi la esorcizza tramite urla e potenza sonora, c’è chi si lamenta e… C’è chi contempla. Anno 1992, giorno 14 settembre. La storica etichetta 4AD rilascia il capolavoro di uno dei contemplatori più grandi della storia della musica alternative: Down Colorful Hill dei Red House Painters, guidati dall’allora […]

Close