No Review – Nick Cave – Ghosteen: Dio soffre e porta le scarpe a punta

Il 4 ottobre è uscito ‘Ghosteen’, il diciassettesimo disco di Nick Cave and The Bad Seeds. L’opera è la prosecuzione virtuale del percorso di catarsi cominciato con ‘Skeleton Tree’, l’album con cui Nick Cave ha affrontato il trauma della scomparsa prematura del figlio Arthur, morto nel 2015 precipitando tragicamente da una scogliera nel Sussex a […]

verdena anniversary

No Review – Verdena 20th anniversary remastered ediction – Sto bene se non torni mai, il 1999 è oggi

Sembra ieri, anche se era il lontano 1999 quando usciva ‘Verdena’, l’album d’esordio dell’omonimo trio rock bergamasco, che con un’esplosione di schitarrate distorte e di testi violenti e arrabbiati spiazzava la scena musicale italiana mainstream e patinata delle canzonette dalle sdolcinate rime ‘sole cuore amore’ esprimendo un disagio generazionale urlato e suonato dai garage di […]

NoReport – Rough Enough: una nuova “spider” a Catania

Tra le tante tappe che segnano la vita della maggior parte di noi, una di queste è l’acquisto della prima automobile. C’è chi ci arriva in modo privilegiato (ma questo caso non c’interessa) e chi sudando, mettendo da parte poco alla volta i soldi necessari, ritrovandosi alla fine tra le mani forse non proprio l’auto […]

No Review – Manifesto della Chimica Romantica, il disco d’esordio dei Malmö

L’ostile freddo scandinavo. Lo smarrimento che si prova quando si è soli in una gelida foresta. La minaccia del profondo nord, territorio disseminato da leggende e misteri. È sorprendente pensare quanto un nome (di città) di cinque lettere possa essere in grado di evocare così tanto. È legittimo pensare che quei quattro ragazzi casertani innamorati […]

No Review – Painted Ruins: il nuovo LP dei Grizzly Bear

I Grizzly Bear sono indubbiamente una delle band di spicco della scena indie statunitense. La band capitanata da Edward Droste, oltre ad essere sotto contratto con il colosso discografico RCA, ha saputo, nel corso degli anni, plasmare un’estetica musicale ben precisa. Quest’ultima si basa sul perpetuo flirt con generi musicali disparati: i loro dischi sono […]

No Report – L’esibizione ad Audiotree Live dei Pinegrove

Questa sarà una recensione atipica… ma necessaria. Il lavoro di cui vi sto per parlare non è né un disco registrato in studio, né un’esibizione davanti ad un pubblico, né un’antologia di brani. È una live session privata registrata per Audiotree. Per la precisione, una live session sbalorditiva, per certi versi magica. La braccia e […]

No review – Abbiamo ascoltato “Primo” di Matteo Vallicelli

Matteo Vallicelli “Primo” 2017 – Captured Tracks Uscita: 03/02/2017 “Primo” è l’album d’esordio di Matteo Vallicelli, nato dalle suggestioni respirate a Berlino, città in cui il musicista di Forlì ha avuto la possibilità di immergersi completamente nello studio delle potenzialità dei suoni sintetici di sintetizzatori analogici, arpeggiatori monofonici e oscillatori. Quello che ne è scaturito […]

No Report – Afterhours live all’O2 Academy di Londra

Registra il tutto esaurito la terza tappa europea degli Afterhours, tenutasi all’O2 Academy di Londra. Il gruppo inizia il live con tre pezzi tratti dal loro ultimo album “Folfiri o Folfox”, nell’ordine “Né Pani Né Pesci”, “Il Mio Popolo Si Fa” e “Oggi”, per poi continuare con due brani tratti dal loro bellissimo “Ballate Per […]

No New – Vyk Non, la musica viene dall’underground

Certe volte vai a concerti promettenti sperando di trovare nuove band interessanti, ma solo alcune volte vieni accontentato. In una di queste ho scoperto i Vyk Non, band londinese dai live energici, un misto tra shoegaze e noise, passando per il pop e post punk, un mix interessante da renderli particolari e mai banali. Sono […]

No Review – You’re Not As ___ As You Think, la nuova uscita dei Sorority Noise

Carissimi lettori di Nonsense Mag, per questa recensione non indosserò i panni del freddo critico imparziale, ma farò prevalere il cuore sulla ragione. Beninteso, i Sorority Noise non sono tra i miei gruppi preferiti, ma non appena il mio condotto uditivo percepisce le loro note ruggenti e granitiche, vengo trasportato in uno dei periodi più belli della […]

Close