No Review – [lessness] is more than grey

È un debutto su LP carico di importanti riferimenti “Never Was But Grey”, opera prima di [lessness], uno dei tanti volti artistici di Luigi Segnana, prolifico produttore e compositore già al lavoro con Death by Pleasure, Dance for Burgess, Cristalli Liquidi e La Casa del Mirto: dal titolo e dal monicker, estrapolati dal più cupo […]

No Review – “Paura e l’amore”, la vena riflessiva dei Sick Tamburo

È un ascolto spiazzante quello di “Paura e l’amore”, quinto album dei Sick Tamburo di Gian Maria Accusani ed Elisabetta Imelio, perché mai prima d’ora la band friulana aveva scelto di adottare sonorità così buie, scelta stilistica dettata non tanto dal desiderio di esprimere una visione cupa del mondo che ci circonda, quanto di far […]

No Review – “Knocturne”, riecco le alchimie oscure dei Be Forest

Un silenzio profondo durato ben cinque anni, interrotto da un colpo improvviso nel mezzo della notte, se intendiamo “Knocturne” come un incastro di “knock” e “nocturne”: ci piace seguire la chiave di lettura offerta dagli stessi Be Forest per esordire con questa recensione, con la quale riaccogliamo sulle scene il trio pesarese dopo un’attesa che […]

No Review – “Un altro equilibrio”, in viaggio fra musica e letteratura con Alessandro Sipolo

Passato e presente, le radici della terra d’origine ed un vento irrequieto che lo porta a viaggiare per il mondo, trascinato da un desiderio di conoscenza e scoperta ispirato dalla musica e dalla letteratura: sono questi gli elementi che hanno portato alla composizione di “Un altro equilibrio”, terzo atteso capitolo della discografia di Alessandro Sipolo, […]

No Review – Continental-mente vostra, Alessandra

Fra giochi di parole, atmosfere retrò – ma non troppo – e la sua inconfondibile voce, assistiamo finalmente al ritorno della cantautrice pugliese Alessandra Contini, già fondatrice de “Il genio” con Gianluca de Rubertis, con il debutto solista “Continentale”, titolo che da un lato gioca con il cognome dell’autrice, dall’altro ne afferma l’indipendenza e l’individualità […]

No Review – “Lux Prima”, l’intrigante collaborazione di Karen O e Danger Mouse

Non hanno bisogno di presentazioni Karen O, carismatica frontwoman dei newyorkesi Yeah Yeah Yeahs recentemente all’opera come solista, prestando la voce alle soundtrack dei più recenti film di Spike Jonze e Brian Joseph Burton aka Danger Mouse, versatile polistrumentista e produttore fra i più gettonati della scena alternative, già all’opera con Gnarls Barkley, Black Keys, […]

No Review – “Modern Jungle’s Prisoner”, riecco i Go!Zilla

È un ritorno esplosivo quello dei toscani Go!Zilla con “Modern Jungle’s Prisoner”, che colma un’attesa di tre anni dall’ultimo acclamato “Sinking In Your Sea”. La ruvidezza garage/stoner e le distorsioni psichedeliche che già caratterizzavano il quintetto fiorentino si sono affinati nell’intento di dar vita ad un concept sull’ordinaria alienazione urbana che caratterizza le moderne metropoli, […]

No Review – “Natural Rebel”, semplicemente Richard Ashcroft

Durante l’I-Days edizione 2018 abbiamo trovato un Richard Ashcroft capace di affrontare completamente da solo un’immensa platea di pubblico, entusiasmandolo dall’inizio alla fine con una serie di esaltanti brani vecchi e nuovi nel nome della positività, del rock e di una grande voglia di cantare con la sua splendida voce assieme ai tanti fan giunti […]

No Review- Lost Spring Songs di Grand Drifter: a lezione dai grandi del passato

Un progetto che rievoca il più raffinato pop degli anni ’60 fra Beatles e Beach Boys, unito a una melodia ed una delicatezza vocale che ci ha ricordato da vicino l’Elliott Smith di “XO”: l’album in questione si intitola “Lost Spring Songs” ed il suo autore è Andrea Calvo aka Grand Drifter, cantautore polistrumentista che […]

No Review – Atlantic Ballroom, l’electro swing di Waldeck

A undici anni dal successo di “Ballroom Stories”, il musicista e produttore austriaco Klaus Waldeck torna con un nuovo capitolo della sua epopea electro-swing, consegnandoci con “Atlantic Ballroom” una nuova opera che stuzzica l’ascoltatore con le sue atmosfere tanto fumose quanto raffinate. Parzialmente emulo di operazioni come “History repeating” dei Propellerheads o il tango elettronico […]

Close