Emmy Awards 2020 – Report [No movie]

Emmy Awards 2020 Da Zendaya a Mark Ruffalo, un susseguirsi di emozioni Che quelli di quest’anno siano stati degli Emmy un po’ particolari non c’è dubbio. La 72° edizione dei PandEmmy’s, come li ha ironicamente definiti Jimmy Kimmel durante la diretta di domenica 21 settembre, ci ha regalato momenti emozionanti e piacevoli sorprese.   Prima […]

RosGos Lost In The Desert

Ros Gos: viaggio nel deserto interiore [Recensione]

Quanti dischi avrebbero il coraggio di iniziare da uno dei pezzi più intimi, voce e chitarra? Soprattutto in quest’epoca in cui si cerca di acchiappare l’ascoltatore a qualunque costo, con bpm sostenuti e ritornelli dopo 45 secondi. Ros Gos, al secolo Maurizio Vaiani, invece mette in chiaro le cose subito. In Lost In The Desert […]

No Review – The Fratellis, rock avanti tutta con “In Your Own Sweet Time”

Non c’è nulla da fare: in molti continuano a decretare la fine della musica Rock, ma più cercano di ucciderla, più nuovi interessanti album “escono dalle fottute pareti” facendoci riflettere sul fatto che, certamente, questo genere non fa più parte del mainstream mondiale né ha la dirompente forza di ribellione che cambiò la storia e […]

No Review – “Coup the Grace”, la bomba glam di Miles Kane

Il 2018 si conferma un’annata musicalmente assai generosa, riconsegnandoci un Miles Kane ispirato come non mai: a cinque anni di distanza da “Don’t Forget Who You Are” e a due dall’acclamato “Everything You’ve Come to Expect” dei Last Shadow Puppets, realizzato a quattro mani con Alex Turner, Kane sembra quasi aver realizzato l’album ROCK che […]

No Review – “Love me/Love me not”, il dilemma degli Honne

Tornano finalmente gli Honne, a distanza di due anni dopo l’acclamato “Warm on a Cold Night”, e ad un primo ascolto si potrebbe dire che il duo formato dai Producer Andy Clutterbuck e James Hatcher  abbia sfruttato appieno quel vecchio principio per cui “formula vincente non si cambia”. In realtà, “Love me/Love me not” è […]

No Review – Banana Joe, super heavy “Supervintage”!

I Banana Joe sono un giovane terzetto genovese composto dal cantante/bassista Andrea Gnisci, da Fulvio Masini (chitarre) ed Emanuele Benenti (batteria) dedito, a dispetto del monicker che già ci ispirava le sonorità caraibiche dell’omonimo film, ad un energico heavy rock dai forti richiami agli anni ’60 ed alla psichedelia, pur mantenendo un sound a tutti gli effetti moderno e, […]

No Review – “Lifestream”, il viaggio incantevole di Francesco Nigri

“Un viaggio incantevole in dieci meravigliose composizioni neoclassiche, ma dal suono più vivo ed attuale che mai”, basterebbero queste poche parole ad invitare all’ascolto di “Lifestream” qualsiasi persona dotata di orecchio e, soprattutto, di una grande sensibilità. Francesco Nigri, il pianista parmense autore di questa toccante opera, mostra di aver fato sua la lezione di […]

Heaven and Earth

No Review – “Heaven and Earth”, il pellegrinaggio spirituale di Kamasi Washington

È certamente un compito improbo quello di recensire lavori maestosi come l’ultima opera di Kamasi Washington, in quanto nelle poche battute di un articolo come questo è impossibile raccontare le tante sfumature di un’opera così voluminosa ed assai ostica per l’ascoltatore medio dell’attuale “epoca dello streaming”. Prima di cimentarci in quest’impresa, è stato inevitabile il […]

No Report – Coma_Cose: il duo rivelazione del momento live @ Astoria

Sono arrivati a definirli “indie-rap” per essere riusciti a legare i generi in una commistione di trap, hip hop e indie, inserendo nei loro testi quella descrizione dell’urbano, di ciò che vivono e che si trovano davanti quotidianamente con leggerezza e ironia, riempiendo i loro brani di riferimenti e citazioni di grandi cantautori del passato, […]

No Review – Una dedica agli amici in “Oltre le quinte” di Luca Bash

«“Keys of mine” è un gioco di parole: “i mie amici” in inglese si dice “Friends of mine”, ma loro sono le chiavi di questo disco, dedicato a loro. Da qui il titolo.  In italiano invece questo gioco di parole non era possibile, e il titolo sta semplicemente ad indicare che “oltre le quinte” del […]

Close